Assalto al Congresso, come è successo? Bug della polizia, Trump irraggiungibile: domande aperte – Corriere.it

Il 6 gennaio migliaia di manifestanti hanno preso d’assalto e occupato il Congresso degli Stati Uniti, mentre senatori e delegati si sono incontrati per ufficializzare la vittoria di Joe Biden nelle elezioni del 3 novembre (svoltesi nelle prime ore del 7 gennaio).

L’assalto è stato istigato dal presidente uscente, Donald Trump, che ha detto durante la protesta che ha preceduto l’attacco: La vittoria non viene riconosciuta se è in gioco un furto. Avremo un presidente illegittimo, non possiamo permetterlo.

Il giorno successivo, rimangono molte domande senza risposta e punti aperti di un episodio di violenza senza precedenti nella storia americana recente.

La polizia ha lasciato passare i manifestanti?

L’assalto al Congresso è un gravissimo fallimento per la polizia che ha bisogno di proteggere il Congresso degli Stati Uniti. Alcuni parlamentari hanno già annunciato un’inchiesta e il vice consigliere per la sicurezza nazionale si è dimesso.

Dalle prime notizie, è chiaro che la polizia del Campidoglio americano – che sta a guardia del Campidoglio – è rimasta sorpresa. Ha sottovalutato i manifestanti, non ha creato ostacoli, non era adeguatamente attrezzato e l’allestimento era molto leggero. Una sottile linea blu. Sarebbero stati necessari più filtri, più uomini.

La protezione del Congresso è stata affidata alla sola Polizia del Campidoglio degli Stati Uniti nella prima ora dell’assalto, composta da un totale di circa 2.000 uomini e donne.

Compito della US Capitol Police, formalmente sotto il controllo del Congresso, è difendere gli edifici dove si svolgono le attività legislative degli Stati Uniti, ad esempio impedendo l’accesso alle scale esterne – e, a fortiori assolutamente, quello all’interno del parlamento degli Stati Uniti.

READ  Amici uccisi a Lecce. 'L'assassino che viene deriso dai due in un sms', indaga sulla convivenza

La polizia del Campidoglio degli Stati Uniti non ha richiesto alcun rinforzo da nessuna forza armata. Alcuni video pubblicati su Twitter nelle ultime ore hanno mostrato che gli agenti di polizia del Campidoglio degli Stati Uniti hanno apparentemente rimosso le barriere di fronte ai manifestanti, aprendo la strada ai gradini del Congresso. Un altro video mostra un manifestante che si fa un selfie con un agente di polizia del Campidoglio. Non è chiaro il motivo per cui ciò potrebbe essere accaduto. Questa è l’indagine – a cui sta partecipando l’FBI – per stabilirlo senza perseguire falsi indizi.

Ci sono stati errori di intelligence?

La seconda domanda aperta riguarda le falle dell’intelligence: la minaccia non era corretta, nonostante alcuni spigoli trumpisti fossero noti per tendenze estreme.

Secondo quanto riportato dall’agenzia Reuters, che cita alte fonti l’anonimato è mantenuto, la sessione unificata di ratifica del risultato elettorale è stata preceduta da pochissima preparazione in termini di sicurezza, a differenza di quanto accade con altri eventi come l’inaugurazione di un nuovo presidenza. Sebbene questa sessione di ratifica sia stata un evento di routine durante la storia recente degli Stati Uniti, lo stesso giorno ea pochi passi dal Congresso è stata indetta una protesta contro ciò che i manifestanti e il Presidente degli Stati Uniti credono senza alcuna base a falso risultato elettorale. Il fatto che la protesta non sia stata animata da intenzioni pacifiche si può dedurre da migliaia di messaggi e messaggi scambiati sui social network: l’agenzia Reuters, riferendosi a un ex membro dei servizi segreti statunitensi specializzato nel monitoraggio di attività online, si parla di almeno 1480 segnalazioni attraverso account legati al movimento cospirativo QAnon che, parlando della marcia del 6 gennaio, ha incitato alla violenza, che ha spinto all’azione i patrioti.

READ  Borsa Italiana, il commento alla seduta odierna (11 novembre 2020)

Perché Trump non ha chiamato la guardia nazionale?

Non c’erano unità speciali e rinforzi nelle vicinanze del Congresso. Nessun dipartimento può fornire supporto. Solo dopo ore, quando i ribelli erano ormai a capo del palazzo, si è deciso di rispondere grazie all’intervento di altre forze dell’ordine.

Da un punto di vista formale, il sindaco di Washington DC ha chiesto l’invio della guardia nazionale

Secondo il New York Times, Trump inizialmente si è opposto alla chiamata a mobilitare la Guardia Nazionale. Il vicepresidente Mike Pence ha approvato l’ordine. Con Trump, tecnicamente ancora presidente degli Stati Uniti e comandante in capo delle forze armate, non è chiaro perché non abbia dato l’ordine.

Il Pentagono ha ritardato il dispiegamento della Guardia Nazionale: forse la cautela derivava anche dalle polemiche sorte quando i soldati si erano mobilitati in occasione delle proteste contro la polizia.

Secondo fonti citate dal New York Times, ieri è stato estremamente difficile per tutti i membri dello staff della Casa Bianca mettersi in contatto con il presidente, che ha proseguito la notizia in tv.

L’Associated Press scrive anche che Trump ha trascorso gran parte del pomeriggio nella sua sala da pranzo privata vicino alla Sala Ovale a guardare le scene devastanti in TV. Di fronte alle richieste del personale di invitare i manifestanti ad andarsene, Trump ha risposto riluttante due tweet – un videomessaggio e un tweet di testo – in cui non condannava la violenza.

Perché così pochi arresti?

Le azioni dei manifestanti sono di chiara gravità: al di fuori dell’ingresso abusivo al Congresso, si sono verificati episodi di violenza (anche contro rappresentanti dei media) e sono state distrutte le cariche dei parlamentari.

READ  Funzionalità sconosciute di mypascoconnect che la maggior parte di noi non conosce

Molti malviventi hanno avuto accesso a posti riservati ai parlamentari, con computer aperti e documenti a disposizione: tant’è che alcuni esperti ora si chiedono se informazioni importanti siano state compromesse.

Nonostante ciò, il numero degli arresti è ridicolo: appena cinquanta.

Articolo in aggiornamento …

7 gennaio 2021 (modificata il 7 gennaio 2021 | 10:34)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Written By
More from Arrigo Faugno

orari più lunghi e ristoranti attivi

Anche se alcuni virologi iniziano a sperare in questo, sarà difficile per...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *