Wolff, Bottas e la tempesta perfetta – Piloti F1 – Formula 1

Due contatti con Esteban Ocon durante il primo turno sono stati il ​​viatico per Valtteri Bottas di una gara di estrema sofferenza in Turchia domenica scorsa, il giorno in cui il compagno di box di Finn Lewis Hamilton è stato incoronato campione del mondo per la settima volta nella sua carriera, la quarta consecutiva, raggiungendo così Michael Schumacher. Bottas, con l’altra Mercedes, non ha nemmeno portato a termine la zona punti, resa incondizionata in mezzo alle avversità dovute al tempo che non ha saputo affrontare, nonostante il disprezzo per il bagnato, come dimostrato nelle qualifiche del Gran Premio del Canada 2013 Premio che brilla il video nella sua stagione d’esordio alla guida della Williams.

“Penso che Bottas, come con altri piloti, semplicemente non sia riuscito a portare in temperatura le gomme – il parere di Toto Wolff la gara è iniziata subito in salita con l’incidente al primo giro, per poi mettere insieme una serie di problemi che per lui sono stati una tempesta perfetta.

Nightmare Bottas, il calvario via radio

Bottas a sua volta potrà ora correre senza dettagli pressione ora che il titolo è stato assegnato. Il pilota della Mercedes cercherà ulteriori soddisfazioni in un 2020 che finora gli ha fatto ottenere due vittorie di turno, una al suo debutto stagionale in Austria e un’altra in Russia nella sua amata Sochi. ‘È stata una gara disastrosa per me – le parole di Bottas – Ho cercato di spingere il più possibile perché non ho perso nulla, ma così facendo sono incappato in una serie di errori ricorrenti. Adesso potrò gareggiare più facilmente nelle ultime gare in cui cercherò di prepararmi al meglio per il 2021, stagione a cui sto già pensando ”.

More from Tiziano Genovese

Cazzo non era solo di Pirlo, caro Gattuso

(di Arturo Minervini) – Prospettive. Tendenze. Soggettività. “Cosa penso di Pirlo alla...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *