Udinese-Roma 0-1: Pedro firma in sette, Mirante salva e Fonseca riprende

Speriamo che Abel Balbo, che ha giocato e stampato con entrambe le maglie, non abbia visto Udinese-Roma. Da vero attaccante può chiedere il risarcimento dei danni per la categoria. Tra Dzeko, Lasagna e Okaka c’è stata una competizione perversa per vedere chi ha mangiato il gol più clamoroso e sui loro errori pesano le due squadre che non si sono abbassate a sorpresa davanti a questo triste scontro con un punto (Roma) e zero (Udinese) in classifica.

Uno 0-0 molto deludente è stato interrotto da un Becao harakiri – chi ha fatto quello che ti è stato vietato, anche in oratorio, cioè un passaggio orizzontale in fase difensiva dall’ala al centrooppure – e un’ondata di orgoglio da parte di Pedro, che con Barcellona e Spagna ha vinto tutto quello che si può vincere. Lo spagnolo butta via il regalo del difensore friulano e lo trasforma in gol con un tiro impenetrabile. Un risultato che ha ottenuto la prima vittoria dell’era Friedkin, dopo il brutto pasticcio di Verona e il pareggio con la Juve dove la Roma, non convocata per costruire una partita, ha fatto una figura migliore.

Il risultato più bello sarebbe stato un pareggio, tant’è Mirante è stato uno dei migliori. In Udinese, invece, De Paul predica nel deserto e gli attaccanti non segneranno nemmeno in un gol di rugby. Difficile dire quali siano i difetti di Gotti, così come non è facile trovare i pregi di Fonseca, anche se non sono i tre punti..

3 ottobre 2020 (modifica il 3 ottobre 2020 | 22:52)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

READ  Il Napoli non perderà al tavolo. Il calcio chiede all'ASL di non interferire più
More from Tiziano Genovese

è allora che sono tornato. Juric mi ha detto … ”- SOS Fanta

del 7 ottobre 2020 alle 20:15 Nikola Kalinic sembra un nuovo acquisto...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *