Trump non può perdere il potere: ecco perché è pronto anche per movimenti disperati

Da tempo molti giuristi sostengono che, assolti dal Congresso nel processo per l ‘accusa, Donald Trump, una volta scomparsa l’immunità del presidente, verrebbe incriminato dalla magistratura ordinaria per altri reati di cui è accusato. Può assolvere se stesso applicando a se stesso il potere di misericordia del presidente prima di lasciare la Casa Bianca? Forse s. Sarebbe un paradosso, ma The Paperino ci ha abituati a tutto. Tuttavia, la grazia presidenziale riguarda solo crimini e tribunali federali: Trump può di conseguenza essere ugualmente perseguito dai pubblici ministeri di New York, Florida o altri stati.

Un Trump che, come detto, non può permettersi di perdere, cambia il racconto della campagna elettorale aiutato scomparsa di Ruth Bader Ginsburg. Combattendo per portare un altro giudice conservatore alla Corte Suprema, il presidente ha spostato l’attenzione degli americani dal disastro del coronavirus e dalla disoccupazione di massa causata dalla pandemia alla protezione dei valori etici dei conservatori. S.celta l’antiabortista Amy Coney Barrett e aspettare di poter usare la lotta al Senato per ratificare la nomina a radunare gli elettori conservatori (messaggio all’America da destra: potrei non piacerti, ma sono l’unico che può difendere i tuoi valori ), Trump cerca di mantenere alta l’attenzione, anche con generi surreali. L’ultima: questa Amy così brava che la vedrei bene alla Casa Bianca, che potrebbe corrermi dietro.

Forse Trump perderà gli indipendenti, non certo i fan, che ormai vivono nella sua realtà alternativa. Cercherò quindi di vincere in tutti i modi, ma anche in caso di sconfitta potrà trincerarsi nel ruolo di leader che viene ingiustamente distrutto e che diventa capo dell’opposizione, protetto dalle sue milizie e dai sostenitori di teorie del complotto secondo cui Trump è vittima di cospirazioni. Teorie diffuse dal QAnon: una setta che ora è diventata un esercito. Con i repubblicani, partito in rovina, che dovrà decidere se seguirlo in questa avventura oltre i confini della realtà o arrendersi al suo destino. Si espongono alla rappresaglia del QAnon che è pronto ad entrare in parlamento con alcuni dei loro rappresentanti.

28 settembre 2020 (modifica il 28 settembre 2020 | 23:03)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

More from Eugenio Toscani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *