Super bonus 110%, assegni bonifici: spiegazioni sulla responsabilità aziendale

Superbonus 110% e controlli su ordine di credito fiscale: in quali casi ilimpresa è responsabile? Il spiegazioni dal segretario del MEF Alessio Villarosa: l’azienda è responsabile solo dell’abuso di credito.

L’esistenza dei requisiti che danno accesso al credito, invece, non può essere a carico dell’azienda.

Il vice segretario Villarosa ha fornito queste e altre spiegazioni sul superbonus e sulla sua applicazione durante ilrisposta immediata alla domanda in Commissione VI Finanze della Camera dei Deputati il ​​30 settembre 2020: ecco le ultime novità.

Super bonus 110% e assegni bonifici: spiegazioni sulla responsabilità aziendale

Il Segretario del Ministero dell’Economia Alessio Villarosa ha interessanti spiegazioni riguardo al superbonus 110%, lo sgravio fiscale su lavori a casa per la riqualificazione energetica e la riduzione del rischio sismico rafforzato dalla Decisione di Restart.

Il super bonus può essere utilizzato deducendo la dichiarazione dei redditi oltre i 5 anni (salvo gli incompetenti), con uno sconto in fattura (se l’azienda è d’accordo) oppure trasferendo credito a terzi, banche comprese.

Per quanto riguarda la controlli dell’Agenzia delle Entrate, Il Sottosegretario di Stato Villarosa ha affermato che la responsabilità della società è legata solo all’abuso del credito d’imposta:

“Con riferimento alle misure di controllo dell’amministrazione finanziaria, e quindi alle eventuali responsabilità, la normativa prevede la tutela della buona fede del cedente, che è responsabile solo dell’uso irregolare del credito, ma non anche del assenza dei prerequisiti per il cedente. per costituire il diritto a detrazione e adeguate sanzioni. “

L’esistenza o meno dei requisiti che danno accesso al superbonus non può quindi essere a carico dell’azienda.

Super bonus 110%, le spiegazioni di Villarosa sull’accesso da strada privata

Durante l’interrogazione del 30 settembre, il vicesegretario Villarosa ha chiarito anche l’applicazione del superbonus agli immobili con accesso a strada privata.

READ  Acquistare l'indice DAX al ribasso o utilizzare i rimbalzi per vendere?

Il circolare n. 24 / E dell’8 agosto dell’Agenzia delle Entrate e la Delibera Mise Requirites (ancora non ufficialmente in vigore) definiscono i due elementi essenziali per accedere alla concessione:

  • essere funzionalmente indipendenti;
  • con uno o più accessi indipendenti dall’esterno.

Secondo le spiegazioni di Villarosa si può considerare ‘accesso autonomo“Accesso da strada privata e / o frazione di tempo, nonché accesso da terreni ad uso generale ma non esclusivo, quali pascoli, in quanto non rilevante che il terreno sia di proprietà esclusiva del proprietario dell’immobile.

More from Nicostrato Manna

Pertanto, secondo gli esperti, non dovresti friggere o friggere pollo e tacchino

La sfida tra la carne bianca e quella rossa è sempre stata...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *