Seat Leon: ora anche ibrida plug-in

PREZZI – La serie della quarta generazione della compatta Siediti Leon, da maggio 2020 nelle autosaloni, si è arricchita di due nuovi motori ibridi; il 1.4 e-baster 204 HP, che è il debutto della prima versione ibrida ricaricabile per il produttore spagnolo, e il 1.0 eTSI Soft hybrid da 100 CV, che va ad aggiungersi al 1.5 eTSI da 150 CV offerto sin dal suo lancio. Il primo è già disponibile in combinazione con gli allestimenti FR e Xcellence di altissima qualità, a partire da 27.150 euro; la variante ibrida morbida richiede un layout di 21.930 euro nell’allestimento Style.

60 KM CON MOTORE ELETTRICO – Il Seat Leon 1.4 e-Hybrid abbina il 1.4 TSI benzina da 150 CV a un gruppo elettrico da 115 CV, posizionato tra il motore a combustione interna e il cambio DSG a doppia frizione, alimentato da una batteria agli ioni di litio da 13 kWh (otto moduli da 12 celle ciascuno). La capacità dell’accumulatore, davanti all’assale posteriore, consente di percorrere fino a 60 km senza sblocco. E ‘possibile fare rifornimento con il cavo standard Mode2 con presa Schuko, che può garantire una ricarica completa in meno di sei ore, e un cavo di ricarica Mode3 con attacco Mennekes (disponibile su richiesta), con il quale è possibile riparare l’energia dell’accumulatore in circa 3,5 ore.

MODALITÀ DI GUIDA DIVERSE – Al timone del Seat Leon 1.4 e-Hybrid è possibile scegliere tra diverse modalità di guida: e-Mode, che permette al motore di proseguire solo con il motore elettrico, Hybrid, che permette la selezione automatica del tipo di guida da utilizzare, in base alle condizioni di guida , e la “Riserva dello stato di carica”, che aziona solo il motore a combustione interna per caricare le batterie. Perché può funzionare esclusivamente a trazione elettrica, come previsto dalla legge, è dotato di un dispositivo che emette un suono per avvertire i pedoni della vicinanza del veicolo.

READ  Una speciale torta al cioccolato per conquistare tutti i tuoi ospiti in un solo boccone

IL BASTER DELLA LUCE – Il Seat Leon 1.0 eTSI 110 cv con cambio automatico DSG, abbina al motore a benzina una piccola centralina elettrica da 12 cv (collegata tramite cinghia) che lo supporta in fase di partenza e riparazione, che riduce consumi ed emissioni essendo alimentato da una litio (situato sotto il sedile del passeggero anteriore) che si ricarica in lenta decelerazione. Questo motore è disponibile in abbinamento a tutti gli accessori della gamma; iniziamo con lo Style, una ricca versione base che ha già il Seat Virtual Cockpit, i fari anteriori e posteriori a LED, il clima, il sistema di accesso senza chiave Kessy Go, il Cruise Control, il sistema multi-mondo Seat Connect e un pochi includono ADAS come standard. il sistema di frenata di emergenza e di monitoraggio dei pedoni, il supporto per i ciclisti, il sistema di monitoraggio della fatica e la chiamata di emergenza per le chiamate elettroniche.

More from Nicostrato Manna

I tassi d’asta BTp diminuiscono. Per la prima volta zero coupon su obbligazioni triennali

OBBLIGAZIONI STATALI Il tempo per il Tesoro è particolarmente favorevole a causa...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *