“Scomparirà tutto se ci ripagano per i soldi del Fondo di recupero”

Il piatto salirà se l’Europa chiederà all’Italia i soldi del Recovery Fund. La posizione di Giancarlo Marcotti, direttore delle finanze di Chiaro, ha parlato a lungo intervista a Money.it.

Per questo, dice, potrebbe essere meglio se il fondo di recupero non fosse mai arrivato.

Debito pubblico, Marcotti: ci chiederanno i soldi del Fondo per la ripresa

“Non voglio allarmare gli ascoltatori”, esordisce Marcotti nel video che vedete in questa pagina. Ma il rischio c’è, secondo l’economista.

Poiché il debito pubblico “non può aumentare indefinitamente”, sostiene Marcotti, il momento di ridurlo arriverà prima piuttosto che dopo “, ma ridurlo in relazione al prodotto interno lordo».

Come uscirne? Marcotti ha le idee chiare: ‘Ridurre il rapporto non dobbiamo ridurre le spese, ma aumenta il prodotto interno lordo “.

Secondo Marcotti, però, la politica sta ancora prendendo decisioni nella direzione opposta. E quindi gli osservatori possono ora chiedere una scadenza entro la quale “tutto mancherà”, che coinciderà con l’arrivo del Fondo per il recupero.

O meglio, se l’Europa ci chiedesse indietro i soldi del Recovery Fund.

Marcotti, spiega al momento, “non avremo un soldo in cassa”. A quel punto gli italiani avrebbero “perso la pazienza”.

“Finché arrivano i soldi del Fondo di recupero, va bene, se dicono ok, inizia a restituire i soldi adesso, da quel momento in poi ciascuno per se stesso“Sta arrivando Santa Barbara”, conclude Marcotti.

READ  S&P migliora le sue prospettive sull'Italia. Avviso di crescita - economia
More from Nicostrato Manna

H&M nella tempesta, multa massima dopo centinaia di reclami da parte dei dipendenti

L’azienda multinazionale di abbigliamento H&M è stato multato per 35.3 milioni euro...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *