Regionali, la Toscana è ancora al centro sinistra. Gianni ha fermato l’attacco Chicardi del 48% (grazie a Florence): “Ho vinto senza padrini”

Il film ha lo stesso aspetto di otto mesi fa: una roccaforte di sinistra è diventata improvvisamente “invasiva” e sembrava essersi tinta gradualmente per settimane. Lumaca verde. Poi, come è successo Emilia-RomagnaI risultati dei sondaggi fluttuano le aspettative. Quando un gruppo di sezioni manca alla fine di un sondaggio, il risultato è in Toscana Adesso non lasciare dubbi: il candidato del Partito Democratico Eugenio Gianni Vince il 48% dei voti con l’avanzare del campionato Susanna Chicardi Si ferma intorno al 40%. Un gap dai 7 agli 8 punti percentuali nega le previsioni di stasera: nessun faccia a faccia tra i candidati, la storica zona rossa non si spegne e resta nelle mani di chi la governa da 50 anni. Forse partner Rivelarsi (62,6%), quasi il 65% di europeo Nel 2019 e significativamente superiore al 48,28% di quelli regionali per il 2015. Peso nella lista delle componenti dell’alleanza L’Italia è viva E + Europa: nemmeno nella sua terra il partito che l’ha fondata Matteo Renzi È riuscito a ottenere un risultato a due cifre. Movimento a 5 stelle, inoltre Irene GalettiD’altra parte, si ferma intorno al 6,5%.

Gianni: “Ho vinto senza i padrini”. “È stato sicuramente uno dei giorni più belli della mia vita”, ha esordito il nuovo presidente, appena arrivato sul palco della sua commissione elettorale. “Mi sono commosso, ma sono contento, perché questo è un risultato che ha vinto la Toscana. Nelle ultime settimane molti hanno detto: ‘Chissà cosa? I padrini Siamo dietro Gianni … ‘ Oggi posso dirtelo: dietro Gianni c’è Gianni, l’energia di un uomo di 60 anni, la passione di un uomo che ha viaggiato in tutta la Toscana, in tutte le città ”. Non a caso ha annunciato che il suo primo appuntamento sarà una visita alla” Galleria de Comuni al “. Santuario di MonteneroDov’è la patrona della Toscana. Credo che questo sia il luogo giusto e utile per iniziare il mio lungo viaggio ”. Il governatore uscente ha festeggiato al suo fianco Enrico Rossi H Stefano BonaciniLo scorso gennaio ha ottenuto lo stesso risultato: la gara del Red Caruccio è stata interrotta Emilia-Romagna. “Penso che ce ne sia uno battuta d’arresto Non una sciocchezza dal campionato – nota Bonacini, arrivato a Firenze in giornata -. Evitiamo di sottovalutare, ma mi sembra che qui in Toscana la Liga parlasse come in Emilia, con l’idea di liberare territori che Aree già vuoteUna sconfitta ammessa da Chickardi nel tardo pomeriggio, Congratulazioni Con Gianni via sms: “Adesso governa a favore del toscano”.

READ  Nuovo Dpcm e emergenza: via libera dalla stanza con 253 si e 3 no

La Firenze rossa invase anche Pisa – Parole di rilassamento al termine di una campagna elettorale molto serrata: nelle ultime settimane sono comparsi molti grandi nomi nel Partito Democratico È scesa in campo per cercare di arginare l’ascesa della Ceccardi. Per lei ha speso se stesso Matteo SalviniE Consapevoli degli errori commessi in Emilia e determinati ad attirare l’attenzione di moderati, titubanti, disamorati e simpatizzanti della destra della regione. Secondo i dati iniziali, la battaglia era in realtà un’area dopo l’altra. Come suppongo Eva, è soprattutto Firenze Ha favorito il successo del Pd: attualmente la percentuale di Gianni si avvicina al 60% in città e provincia. Bene anche la regione di Livorno, ampiamente superiore al 40%, prato E contea Siena. Ad Arezzo, Massa e Pistoia il confronto è faccia a faccia, mentre i cittadini di Grosseto e Lucca sono stati in modo schiacciante a favore dei Chicardi. Che però perde il supporto per “ostilità”, cioè Pisa e provincia: Qui la preferenza è stata data all’inizio, poi a metà del ballottaggio i rapporti di forza sono stati invertiti. Pure a CassinaLa città che ha guidato come sindaco fino al 2019.

Primo partito PD, IV al barlume – Non è un caso che i primi sondaggi abbiano “solo” dato a Gianni un leggero vantaggio su Chickardi, poi quando è iniziato il conteggio vero e proprio, il divario tra i due si è allargato sempre di più. Il candidato democratico diventa presidente della Toscana con oltre il 48% dei voti, prevalentemente spinto Elenco PdNicolas Zingaretti resta il primo partito della regione con il 35% (anche se in calo rispetto alle elezioni precedenti, quando aveva 46.34). L’elenco Orgoglio Toscana di Giani Presidente si ferma a 2,91, seguito da vicino Ecologista civico di sinistra (2.8). Un misero risultato anche per il partito da lui fondato Matteo Renzi, Che si ferma intorno al 4,5% (nella lista + Europa), nonostante sia stato l’ex premier a imporre il nome Gianni alla coalizione. I numeri che tengono in vita l’Italia non hanno nulla a che fare con una vittoria del centrosinistra. Salvini voleva vendicarsi di Papeete in Toscana, un anno dopo. L’operazione non è riuscita! Oggi festeggiamo! Grazie a Eugenio Giani, grazie ai toscani ”, esulta Renzi su Twitter.

READ  Infezioni a Genova, Toti: "Il virus si è diffuso da mercoledì a quattro quartieri, misure più restrittive in quelle zone"

Ceccardi – 40%: “Guardando la mia anima non mi pento di niente” – È ormai sera quando il 33enne Ceccardi, sindaco Cassina Dal 2016 al 2019 poi l’eurodeputato della Lega Nordica, ha deciso di parlare alla stampa. “Non mi risparmierò mai più, ho dato il mio cuore, la mia anima, tutta la mia anima, Ci ho creduto fino alla fineDice dalla sua commissione elettorale. “Più del 40% della popolazione della Toscana ha votato per il centro unito ei nostri elettori, centinaia di migliaia, non possono essere accusati di essere Studiosi fascisti O gli estremisti “. Come spiega la sconfitta?” Il centrosinistra è riuscito a mobilitare molto bene i suoi elettori nelle città, forte richiesta Ne è stata la prova ”. Nonostante il tentativo di fare a pezzi la storica roccaforte rossa, Ceccardi cerca di vedere la coppa mezza piena:“ Questo sembra essere il miglior risultato di centrodestra della storia ”. Premier League Salvini Ha ricevuto infatti il ​​21,5% dei voti, contro il 16,16 del 2015, mentre Fratelli d’Italia è raddoppiato: 13,42%. Quasi scomparso Andiamo, Italia, Che dovrebbe soddisfare con UDC a circa il 4%. Fa parte della coalizione anche la Tuscany Civica List of Change, che si attesta intorno all’1%. Tutti i risultati provengono direttamente da Via BellerioMatteo Salvini grida: “Non ho concorrenti interni alla coalizione. Certo, se tutti in Toscana avessero preso I voti della Lega che stavamo per vincere Nella regione. “

Dai 5 stelle agli altri candidati che rimangono – Se Gianni vince e Chickardi può ritenersi soddisfatto del buon risultato delle sue liste, la candidata a cinque stelle Irene Galetti ha poco da rivendicare. Il 6,5% può garantire 5 stelle Un solo posto Nel consiglio regionale. Tutti però escludono gli altri concorrenti: “Tuscany a Cinestra” leader Tommaso Fattori non supera il 2%, estranei a sinistra Salvatore Catilo e Marco Barzanti. L’elenco 3V Movement Freedom of Choice di Tiziana Vigni prende meno dello 0,5%. “questo risultato Non accontentarci Ma è stato il massimo che ci aspettavamo perché per 8 mesi si è detto solo un match a due, non di più. Sono riusciti a far votare i toscani il timore Questo è molto pericoloso perché devi votare sui progetti, sulle cose tangibili e non sulla paura “. Questo è il commento caldo della mia community, che comunque si è detta disponibile a” mettere alla prova Gianni sulle questioni “. Per chi indica che non c’è alleanza con Il Pd, Pentastellata afferma che “se ci fossimo alleati con il Pd avremmo fatto un risultato peggiore, anche Scomparire“.

READ  Benevento-Inter 1-4: Gol Lukaku 2, Gagliardini, Caprari e Hakimi | Il diretto

Supporto di Ilfattoquotidiano.it: impareggiabile in questo momento
Abbiamo bisogno di voi.

In queste settimane di pandemia, noi giornalisti, se facciamo coscienziosamente il nostro lavoro, stiamo svolgendo un servizio pubblico. Anche per questo, ogni giorno qui su ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste ad esperti, sondaggi, video e tanto altro. Tutto questo lavoro ha un grande costo economico. La pubblicità, in un momento in cui l’economia è ferma, fornisce entrate limitate. Non in linea con il boom di portata. Ecco perché chiedo a coloro che leggono queste righe di sostenerci. Per darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana, fondamentale per la nostra attività.
Sii un utente di supporto Clicca qui.

Grazie mille
Peter Gomez

Ma ora siamo noi che abbiamo bisogno di te. Perché il nostro lavoro ha un costo. Siamo orgogliosi della nostra capacità di offrire gratuitamente ogni giorno centinaia di nuovi contenuti a tutti i cittadini. Ma l’annuncio, in un momento in cui l’economia è in recessione, fornisce rendimenti limitati. Non in linea con il boom di accessi a ilfattoquotidiano.it. Per questo ti chiedo di sostenerci, con il contributo più basso, pari al prezzo di un cappuccino a settimana. Una piccola quantità, ma essenziale per la nostra attività. Aiutaci!
Sii un utente di supporto!

Con gratitudine
Peter Gomez


ilFattoquotidiano.it

Supporto ora


Pagamenti disponibili

Articolo precedente

Regionale, Emiliano vince senza M5s e Renzi: tra “minestrone politico” e sfidante debole, così prosegue la Primavera pugliese

successivo


Articolo successivo

Veneto, la classifica di Zaia prende tre volte il campionato. Il governatore nega la doppiezza con Salvini, ma dice: “Accetto di non andare alla festa”.

successivo


Written By
More from Arrigo Faugno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *