Reddito 2021, cambiano le detrazioni sanitarie: quali spese si possono includere

Non solo soldi indietro e lotteria delle ricevute. Per incoraggiare la distribuzione di sistemi di pagamento elettronico, il governo si sta concentrando anche sulle spese che possono essere detratte dalla dichiarazione dei redditi. Dal prossimo anno, nel precompilato sono incluse solo le spese pagate con sistemi di pagamento tracciabili. Cioè bonifici bancari, pagamenti bancari o postali e carte di credito.

Una vera rivoluzione per il Tesoro, annunciata dettagliatamente dall’Agenzia delle Entrate nel Incontra 329676 È nel Incontra 329652, entrambi pubblicati il ​​16 ottobre. Nei due documenti l’agenzia si concentra in particolare sulla deducibilità dei costi sanitari, che indica quali tipologie di pagamento saranno accettate ai fini del precompilato 2021 e quali sono le eccezioni alla regola introdotte con Legge di bilancio 2020.

Precompilato 2021, spese sanitarie detraibili solo se pagate con bonifico bancario o carta di credito

Nella rivendicazione 329676, i tecnici dell’Home Revenue specificano che i costi sanitari e veterinari, applicati ai fini della dichiarazione dei redditi 2021 precompilata, devono essere sostenuti “con le modalità di cui all’articolo 1, comma 679, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, ossia mediante pagamento bancario o postale o mediante altri sistemi di pagamento di cui all’art. 23 della Legge del 9 luglio 1997, n. 241 “. Come accennato, il spese sanitarie deducibili è ciò che viene effettuato tramite bonifico bancario o postale o carta di credito o debito.

Le ragioni, secondo la stessa disposizione, sono da ricercare nella Legge di Bilancio del 2020, che riforma parzialmente la sezione 15 del Testo Unico delle Imposte sul Reddito. Pertanto, la deducibilità della spesa al 19% dipende solo dalla condizione che il prelievo è seguito con metodi di pagamento tracciabili“.

READ  Seat Leon: ora anche ibrida plug-in

Le spese sanitarie sono deducibili solo con pagamenti tracciabili, eccezioni

Negli stessi documenti, però, anche l’Agenzia delle Entrate prevede delle eccezioni. Per legge, l’obbligo di pagamento è sistemi di pagamento tracciabili non ci sono “spese sostenute per l ‘acquisto di medicinali e dispositivi medici, nonché detrazioni per prestazioni sanitarie effettuate da strutture pubbliche o private accreditate dal Servizio Sanitario Nazionale “.

Nelle farmacie e nei laboratori del Servizio Sanitario Nazionale – o privatamente, purché accreditato dal SSN – sarà quindi possibile pagare in contanti, senza timore che i costi non saranno inclusi nella dichiarazione precompilata 2021.

More from Nicostrato Manna

Perché gli italiani non si sono uniti alla nuova auto familiare Rc?

Per sei mesi, gli automobilisti hanno avuto l’opportunità di unirsi alla nuova...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *