Juve-Napoli, la lettera di De Laurentiis: “L’ASL ha deciso”

Il presidente azzurro ha reagito alla nota del campionato, spiegando che i napoletani non sarebbero partiti per Torino per giocare la partita contro i bianconeri. “Non avevamo l’autorizzazione”

“Non potevamo partire, l’ASL ha valutato la possibilità di una deviazione nel protocollo, ma non abbiamo dato il via libera, devi rimandare la partita”. Aurelio De Laurentiis ha risposto tempo fa con una lettera a Federcalcio, Lega, Juventus e giudice sportivo alla nota pubblicata dalla Lega. Alla mail sono inoltre allegate le ultime due risposte delle autorità sanitarie competenti, le due ASL napoletane, Napoli 1 Centro e Napoli 2 Nord. Quest’ultimo ha scritto alla società che “ considerando che i giocatori coinvolti, che si recherebbero a Torino, avrebbero necessariamente contatti con una serie di terze parti (personale aeroportuale, equipaggio e passeggeri sul volo, personale dell’hotel al rifugio, dipendenti e membri di Juventus) si ritiene che non esistano le condizioni che permettano lo stretto contatto in tutta sicurezza “.

Non autorizzato

Scrive nella lettera De Laurentiis che ‘al riguardo si rileva come l’ASL Napoli 2 Nord, anche alla luce della Circolare del Ministero della Salute del 18 giugno 2020, abbia precisato le condizioni per autorizzare il trasferimento dei calciatori in isolamento a Torino, così come l’ASL Napoli 1 Centro, ha confermato il complessivo accordo con quanto riportato dal Gabinetto del Presidente della Giunta Regionale della Campania, secondo cui i destinatari dell’attuale lettera dell’ASL non dovrebbero lasciare la propria casa . chiaro e non interpretabile, prende atto del fatto che l’autore non era autorizzato ad intraprendere il viaggio a Torino per determinazione degli enti pubblici preposti, ma tale condotta (ossia la partenza per il capoluogo piemontese), in conflitto aperto con quanto più volte da parte delle autorità competenti (soggetti, la ASL territoriale, come ribadito dal Ministero dell’Istituto Superiore di Sanità, appunto con facoltà esclusiva di gestire casi di positività nei confronti del COVID-19 e possibili focolai) “. De Laurentiis si ferma quindi torna a chiedere di spostare la partita: “In considerazione di quanto sopra, si rinnova la richiesta alla Lega Nazionale Professionisti Serie A di disporre senza ulteriori indugi da parte delle autorità competenti il ​​rinvio della partita ad altra data”.

READ  Sono stati scoperti due superanticorpi che bloccano l'ingresso del coronavirus
Written By
More from Arrigo Faugno

Rivelate le offerte di Amazon Prime Day: sarà il più grande di sempre

Nicola-ligas 20/10/2020 erts 11:03 – Aggiornato il 20/10/2020 alle 11:36 Tanti echi...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *