Italia-Moldavia 6-0, primi gol per Cristante, Caputo e Berardi: riserve azzurre in pieno svolgimento

Contro il virus in crescita e le polemiche che stiamo suscitando. Italia una piccola luce alla fine del flessuoso tunnel del piedistallo. L’amichevole con il Moldova poco, non vale quasi nulla, visto il modesto valore degli avversari, ma i i riservisti selezionati da Mancini fanno il loro dovere e tanto altro: 5-0 nel primo tempo con il Il primo gol di Cristante per la Nazionale, che guida il centrocampo e mette il piede in altri due gol; il primo acuto del nuovo arrivato Caputo, 33 anni e due mesi, l’attaccante più anziano all’esordio che ha segnato anche l’autogol di Posmac e il primo sostegno blu del capitano della giornata, El Shaarawy. Nella ripresa, giocata sempre con atteggiamento garibaldino, c’è spazio e tempo per il tennis con il 6-0 Berardi e lui non hanno mai superato la nazionale.

Ma oltre gli obiettivi c’è gioco, determinazione, attenzione tattica. Mancini lavora bene e profondamente. L’Italia, in attesa di due partite importanti della Nations League, domenica in Polonia e mercoledì a Bergamo con l’Olanda, non annusa nessun avversario e abbellisce la serie di numeri record dell’allenatore, che è stato utile nella diciassettesima partita con 14 vittorie e dopo 22 azzurre insegue quella che ha compilato il maggior numero di punti (50) e la migliore media gol. Gli Azzurri, otto mesi dell’Europeo, ci fanno sorridere e sperare. La lunga esclusione, dieci mesi senza partite, sembra intatta finita. E poco importa che nel silenzio del Franchi, gremito di mille spettatori invitati, ci siano solo rinforzi. Della squadra che inizialmente seppellì l’ingenua Moldova sotto una montagna di bersagli, c’è solo un possibile titolare, Acerbi. Per molti i suggerimenti per l’allenatore: Lazzari spinge molto bene e la catena giusta lavora con Berardi, Cristante illumina la rega con una serie di lanci millimetrici, soprattutto Caputo che fa le mosse giuste da attore perfetto pronto a insidiare Belotti. e proprietà. Bene anche Bonaventura con la pesantissima maglia numero dieci sulle spalle.

READ  La Roma annuncia Smalling e inizia la carriera con 'Missing People' - VIDEO

La Moldova, al 175 ° posto in classifica, fa quello che può: si difende con otto e nove uomini dietro la linea del pallone, prova bassa pressione, colpisce un po ‘, ma non riesce a convincere, convincere, mettere in chiaro gli Azzurri che giocano in squadra. La squadra di Mancini impiega una decina di minuti per trovare il match, giusto il tempo per permetterlo Do una paratona su Nicolaescu, scivola via al derivato Acerbi. Allora non l’Italia. Chi attacca bene e velocemente, usa la larghezza, il gioco cambia, la verticalizzazione improvvisa.

Mancini torna a casa con diverse certezze, per non parlare del giovedì mattina in ritiro, Oltre a Lorenzo Pellegrini troverà Chiellini e Bonucci, capitano e vice, destinati a giocare in Polonia contro la Polonia. Quello che conta è vincere, ma soprattutto mostrare la giusta mentalità. Lo stesso di sempre. Caputo nuova Schillaci? Dipenderà da lui e da quanto potrà fare in campionato. Il virus? Nella vita devi essere sempre ottimista, altrimenti non vivrai più.

7 ottobre 2020 (modifica il 7 ottobre 2020 | 23:09)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Written By
More from Arrigo Faugno

press del Cts sul governo

Lo scontro al governo è molto difficile e ieri mattina è iniziata...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *