‘Interessi comuni’, una nuova alleanza contro il coronavirus? – Gratuito tutti i giorni

Il tanto atteso è finalmente arrivato telefonata tra Giuseppe Conte e Joe Biden. Quest’ultimo ha già avuto modo di parlare ai capi di governo dei Paesi del G7, tranne che proprio con il premier italiano, che secondo gossip è stato ‘picchiato’ a causa del suo impegno Donald Trump, che in passato lo ha infiammato in pubblico su Twitter con l’ormai famoso “Giuseppi”. Nel pomeriggio americano di venerdì, invece, è avvenuta la consueta telefonata tra Conte e Biden, con questi ultimi ringraziandoli per i complimenti e l’impegno a “rafforzare i rapporti con l’Italia” e “rilanciare i paesi transatlantici”. con la NATO e l’Unione Europea ”.

Inoltre, l’ex deputato di Barack Obama si è detto impaziente di lavorare con l’Italia quando presiederà il G20 il prossimo anno e lavorare insieme su una “vasta gamma di interessi condivisi”. Inizia dall’emergenza coronavirus, che va affrontata con decisione, ma senza perdere di vista l’obiettivo di una ripresa economica sostenibile. La telefonata tra Conte e Biden è arrivata mentre Trump pronunciava il suo discorso al Paese e annunciava l’accelerazione della produzione di vaccini, prevista entro fine 2020: il presidente ha anche ribadito di essere completamente contrario all’esclusione. Si è opposto, malgrado proprio negli Stati Uniti ieri si è registrato un nuovo record di contagi giornalieri (153mila con 919 morti). Certo, ‘The Donald’ anche in questa occasione ha rifiutato di accettare una sconfitta, ma anche adesso è pienamente consapevole del fatto che la corsa alla presidenza è finita: Biden ha raggiunto 306 grandi elettori contro i 232 di Trump, un divario troppo ideale per una credibile insistenza su presunte frodi.

READ  L'orologio della sera funziona contro la pandemia?

More from Eugenio Toscani

Coronavirus nel mondo: contagi, aggiornamenti e tutte le novità sulla situazione

La situazione nel mondo: carte e carte La cronologia Nuove restrizioni a...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *