Flat Milano, segnali positivi dell’asta Btp

La Borsa di Milano oggi, 29 settembre 2020, a prezzo fisso a metà seduta alla luce dei forti rialzi registrati ieri e in un’ottica di primo confronto tra i candidati alla Casa Bianca: Donald Trump e Joe Biden.

Al punto di svolta in Europa, l’eurodollaro a 1,16831 (+ 0,16%), mentre un barile di Brent con consegna a dicembre sotto le materie prime di 42,69 dollari al barile, del -0,42%, è variato rispetto al dato precedente.

Borsa Milano Oggi, aggiornamento ore 13:00: appartamento Ftse Eb, Dax in rosso

Al Milanese Blue Slide Index, il Ftse Mib, quota pari (+ 0,02% a 19.163,84 punti), il Cac40 ha registrato un -0,13% e il Dax un -0,42%.

Rosso con un punto percentuale diffusione Italia-Germania, fino a 139 punti base.

Il risultato dell’asta di questa mattina giova all’andamento del quotidiano italiano. Nella prima parte il Tesoro ha collocato il nuovo decennale per 4,5 miliardi con tasso di copertura e ritorno allo 0,89%, il minimo da settembre dello scorso anno (1,11% nell’appuntamento precedente).

Nel caso dei cinque anni, stanziati per 2,5 miliardi, la resa è aumentata dallo 0,58 allo 0,35 percento (offerta a copertura a 1.59).

Future Wall Street: prevista apertura piatta

A due ore e mezza dall’inizio delle negoziazioni, il derivato sul Dow Jones e quello su S & P500 entrambi segnano -0,09% mentre il contratto futures è ulteriore Nasdaq arretra dello 0,27%.

Piazza Affari, lavori alle 09:25: Ftse Mib, parte all’insegna della debolezza

A Milano l’indice slide blu, il Ftse Mib, nei primi scambi della seduta odierna, 29 settembre 2020, si alza 19.054,41 punti, -0,55% rispetto al dato precedente, mentre esso diffusione Italia-Germania è stabile a 140 punti base.

READ  sconto esteso a tablet e computer

Inizia a fare trading sotto la pari anche per Cac40 (-0,52%), per Dax (-0,68%) e per Ftse100 (-0,38%).

Nelle prime negoziazioni, la peggiore performance è stata mantenuta sul paniere principale i titoli che si sono comportati meglio all’inizio dell’ottava: Saipem perso l’1,56%, Tenaris 1,34%, CNH 1.28% rosso UniCredit 1,13 per cento.

Ne ha anche beneficiato Fiat Chrysler (-0,7%), che ha raggiunto un accordo con la SEC statunitense per condurre un’indagine nata nel 2016 dal pagamento di $ 9,5 milioni.

Attenzione anche a Atlantia (-0,64%) dopo le indiscrezioni relative al riunione di un consiglio di amministrazione convocata per esaminare le richieste del governo per quanto riguarda la partecipazione ad Aspi. Secondo il quotidiano La Repubblica, Atlantia può accettare sconti sul prezzo di vendita della partecipazione.

Sessione negativa per i titoli asiatici

Metti il ​​segno meno per l’indice Hang Seng (-1,1%), per il TSE China A50 (-0,27%) mentre il Nikkei 225 termina con + 0,12%.

Parità perfetta per l’australiano S & P / ASX 200.

Wall Street: la settimana inizia con un segno più

All’inizio dell’ottava c’è il Dow Jones finito con un + 1,51%, lo S & P500 aumentato dell’1,61% e Nasdaq si chiude con un + 1,87%.

More from Nicostrato Manna

piccoli cambiamenti per grandi risultati

Quante delle abitudini che hanno sono veramente salutari per noi e quanto...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *