è il campione del mondo nel 2020 – Corriere.it

In trance, al settimo cielo. Lewis Hamilton raggiungereMichael sSchumacher. Il trionfo in Turchia, il 94esimo in carriera, l’apoteosi di un ciclo magico. Una manciata di punti gli sono bastati per vincere il settimo mondiale, ha voluto prendere tutti gli interessi con il suo compagno di squadra, Valtteri Bottas, che aveva già perso nel caos del GP di Turchia alla prima curva, arrivando addirittura 14 °.

La Ferrari è rinata a Istanbul dopo il crollo in qualifica: Sebastian Vettel torna sul podio con una gara spettacolare. Ci sarebbe andato Charles Leclerc lassù, ma nell’ultimo giro ha chiesto troppo per cercare di assicurarsi il secondo posto a Sergio Perez, e ha fatto molta strada. Ma va bene comunque, i due rossi partono da lontano (11 e 12) e completano un bellissimo ritorno usando i legami provvisori (quelli in cui il rosso è più bravo) e indovinando strategie.

Nel parco chiuso, Vettel corre a congratularsi con Lewis, ancora in macchina. una bella immagine, c’è stato un tempo in cui si combattevano per i campionati. Non il. Le lacrime scendono al sette volte campione del mondo. Da ragazzo sogni questi momenti quando guardi i medici di famiglia. Ma quello che ho ottenuto è molto meglio dei sogni, ha spiegato. Spero che i ragazzi, se vedono quello che ho fatto, possano fare un esempio. Se vuoi ottenere risultati, devi sognare l’impossibile, seguirlo senza mai mollare e mettere in discussione le tue capacità. Racconta di aver passato un anno in isolamento per paura di contagiarsi: non è stato facile vivere in disparte, stasera finalmente si può stappare un buon vino.

READ  Sordi e trans ho subito violenze. Solo mia nonna mi capiva

In questa gara ho messo tutto quello che ho imparato nella mia carriera, credo sia stata una delle migliori. Nel successo turco, sulla pista allagata, c’è tutto il meglio del suo repertorio: velocità, controllo, intelligenza tattica, chiarezza, freddezza. Parte sesto, può essere soddisfatto, ma non secondo il suo stile.

La gara è stata folle e imprevedibile: a causa della pioggia caduta prima della partenza, l’asfalto era scivoloso come il ghiaccio, il continuo cambio di condizioni e tanti errori. Verstappen, ad esempio, aveva in mano la vittoria, l’ha sprecata provando un passaggio impossibile Visita quando poteva aspettare. I veterani hanno vinto, i giovani impazienti sono stati puniti. Inizia con il poliziotto, Lance Stroll, caduto al nono posto quando le gomme intermedie hanno iniziato a consumarsi. Tra i primi 3 ci sono andato Sergio Perez, licenziato per fare spazio a un file Vettel il prossimo anno a Racing Point.

Leclerc non si ferma per l’errore nel finale. Nella squadra radiofonica gli dicono: Fin race. Risposta: Macch, ho una razza di m …, una fottuta gara di m …. sono un nc …. Molto difficile per lui, il monegasco lo è sempre stato. Alla fine le parolacce lasciano spazio alla riflessione: sono davvero deluso, non trovo le parole, poteva essere un doppio podio.

15 novembre 2020 (modifica il 15 novembre 2020 | 13:51)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Written By
More from Arrigo Faugno

Covid, con il vaccino cinese CoronaVac produzione robusta e veloce di anticorpi

Questo deve ancora essere confermato nella fase 3 del test se la...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *