Dall’oro di Mattarella a Willy Monteiro e Don Roberto Malgesini

Il presidente Mattarella ha chiamato ilalla medaglia d’oro ai meriti civili, al ricordo Don Roberto Malgesini il prete che si prendeva cura dei poveri e dei senzatetto uccisi a Como. Lo annuncia un comunicato stampa del Quirinale. Invece, è stata riconosciuta una medaglia di coraggio civico Willy Monteiro, lo studente di Colleferro (Roma) picchiato a morte dopo essere intervenuto in difesa di un amico coinvolto in una lite. Nel comunicare la presidenza della repubblica, Willy viene definito un fulgido esempio di generosità e coraggio. Con straordinario slancio disinteressato e straordinaria determinazione, dimostrando chiara sensibilità e di attenzione ai bisogni degli altri, è intervenuto in difesa di un amico in difficoltà e ha cercato di favorire la pacifica soluzione di un’accesa discussione. Pur dando il massimo in questo atto meritorio di alto valore civico, fu colpito da alcune persone arrivate lì che ripetutamente iniziarono a infierire contro di lui con una violenza senza precedenti e continuarono a picchiarlo, anche cadendo a terra privo di sensi. , finché ha tragicamente perso la vita.

Quanto a Don Roberto, Mattarella scrive di lui: con generosa e instancabile abnegazione ha sempre fatto del suo meglio, in quanto genuina interprete dei valori della solidarietà umana, nel prendersi cura degli ultimi e delle loro debolezze, con un’accoglienza amorevole e un sostegno incessante. Mentre progettava di portare aiuto quotidiano ai bisognosi – la motivazione continua – è venuto picchiato brutalmente e a tradimento con numerosi colpi, al punto che ha perso tragicamente la vita, da un uomo al quale ha sempre dato pieno aiuto e pieno appoggio. Un fulgido esempio di straordinario messaggio di fraternità e di straordinario impegno cristiano al servizio della Chiesa e della società civile, è arrivato al punto di estremo sacrificio. Nota che solo ieri la città di Como nega invece al sacerdote assassinato la principale onorificenza cittadina – l’Abbondino d’oro: la commissione chiamata a decidere ha stilato una rosa ristretta in cui l’autore Gianni Clerici, il maestro ed egittologo Angelo Sesana e un’organizzazione senza commercio a scopo di lucro di pazienti colpiti da ictus.

READ  Regionali, la Toscana è ancora al centro sinistra. Gianni ha fermato l'attacco Chicardi del 48% (grazie a Florence): "Ho vinto senza padrini"

7 ottobre 2020 (modifica il 7 ottobre 2020 | 19:47)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Written By
More from Arrigo Faugno

11 regioni italiane ad alto rischio

STRANIERO Immagine stock (cornice) Pubblicato il: 20/10/2020 11:37 Gran parte dell’Italia è...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *