Dall’ASL al giudice sportivo: TUTTI GLI EPISODI della telenovela Juve-Napoli. E adesso …

Esattamente una settimana fa si è conclusa la prima operazione della telenovela tra Juventus e Napoli. Una partita non giocata sul campo e trasmessa ai media e agli uffici del calcio italiano. Il risultato non è ancora arrivato e arriverà solo a metà settimana.

Riassumiamo quindi gli episodi precedenti per essere preparati ai momenti più importanti che ci attendono:

SABATO 3

– Nel tardo pomeriggio, dopo la positività di Eljif Elmas, Piotr Zielinski e il braccio destro della Giuntoli da una parte, e due membri dello staff bianconero dall’altra, Asl di Napoli e Regione Campagna bloccano la partenza della squadra di Gattuso per Torino. I calciatori napoletani tornano nelle rispettive case per mantenere l’isolamento di fiducia.

– Lo ha annunciato la Juventus la sera del preparati a scendere in campo regolarmente la sera successiva, secondo il calendario.

– Cominciano a trapelare informazioni sul contenuto dei documenti che l’ASL ha inviato a Napoli: si parla di ‘isolamento volontario’. Le questioni fondamentali della storia vengono impostate immediatamente: Questo isolamento riguarda anche il protocollo concordato da Lega e Cts a giugno, e attraverso le regole emanate il giorno precedente, che ancora ti permettono di giocare (la cosiddetta “soft quarantine”)? Può la Regione Campania superare le regole approvate dal governo italiano?

– Verso mezzanotte la Lega Serie A conferma che Juve-Napoli soggiorno previsto per domenica 4 ottobre alle 20.45 all’Allianz Stadium.

DOMENICA 4

Emerge il primo retroscena: De Laurentiis avrebbe chiesto il rinvio della partita entro sabato, e potrebbe pressione esercitata sulla ASL di chiedere il blocco della partenza per Torino (il patrono di Napoli è un aperto sostenitore del governatore della Campania, Vincenzo De Luca).

READ  Milan, un grande rinnovamento in pericolo: è una corsa contro il tempo

– Nel pomeriggio, mentre Juventus e Napoli sono in isolamento (rispettivamente alla Continassa e al Castel Volturno), la Lega Serie A lo sta ripetendo in questo momento non ci sono ragioni per ordinare l’estensione della matriceh, che rimane quindi come da programma.

Il Napoli annuncia di non poter prendere parte alla partita come l’ASL, “l’autorità che decide in materia di isolamento”, ha vietato la partenza.

Nell’Allianz Stadium scendono regolarmente in campo Juventus e arbitri. Al termine dei primi 45 minuti di inattività, il match director Doveri manda tutti negli spogliatoi e inizia a compilare la classifica. Normalmente dovrebbe essere un 3-0 al tavolo per la Juve con un rigore in classifica per il Napoli assente. Ma è chiaro che il processo sarà più complicato …

– In serata Andrea Agnelli sostiene che Aurelio De Laurentiis gli ha chiesto di posticipare la partita, ma che si è rifiutato di rispettare regole e protocolli. Il presidente della Juventus, infatti, definisce il Napoli “mancato rispetto dei protocolli”, che non ha provveduto subito all’isolamento del gruppo dopo i primi punti positivi.

LUNEDI ‘5

L’entourage di De Luca nega il contatto diretto con l’amico De Laurentiis su quanto accaduto.

– I media sportivi sono trapelati data di probabile guarigione in caso di posticipo della partita: 13 gennaio, cioè 4 giorni prima di Inter-Juve.

I rapporti di allenamento della settimana precedente sono scomparsi dal sito ufficiale del Napoli.

De Laurentiis invia agli organi di calcio italiani tutta la documentazione necessaria per difendere la sua posizione.

In serata diventa molto chiara la posizione del ministro della Salute Roberto Speranza e del presidente della FIGC Gabriele Gravina: il protocollo deve essere preservato e seguito, queste sono le regole da seguire.

READ  "Decide l'ASL, il Napoli vincerà in appello. Ma il giudice dovrà ricordarlo ..."

MARTEDÌ 6

La questione Juve-Napoli prende due strade parallele. Quello della decisione l’arbitro sportivo del campionato di Serie A, Gerardo Mastrandrea, sul rinvio o meno del match (in caso di mancato rinvio sarà 3-0 per la Juve, con possibile rigore in classifica per il Napoli) e che delle indagini della Procura federale sulle eventuali violazioni del protocollo da parte del club napoletano, che potrebbero comportare sanzioni, indipendentemente dalle sorti della partita.

– Nel pomeriggio conservare il consueto comunicato stampa del giudice sportivo sotto il giudice ogni pronuncia a Juve-Napoli. Dovremo ancora aspettare.

MERCOLEDÌ 7

– Le indiscrezioni della stampa sportiva presuppongono una soluzione di compromesso: Rinvio del match ma rigore al Napoli. In ogni caso, stiamo aspettando che decida il giudice sportivo.

GIOVEDI ‘8

Il giudice sportivo si riserva altri giorni per esaminare tutte le carte e rinvia la decisione alla prossima settimana. Il perno attorno al quale ruota la sua indagine è il seguente: determinare se il Napoli non potrebbe trasferirsi a Torino per “forza maggiore”, o se potrebbe piuttosto decidere di partire autonomamente o meno. Da questo dipende il posticipo della partita o il 3-0 al tavolo (con eventuale penalità).

VENERDÌ 9

– In attesa del verdetto sportivo, arriva l’interrogazione parlamentare firmato dai senatori Sandro Ruotolo (gruppo misto), Gianni Pittella (Pd) e Gaetano Quagliariello (gruppo misto): viene da chiedersi se non sia opportuno rivedere il protocollo alla luce del peggioramento della situazione – Covid a livello nazionale , e perché solo il Napoli e nessun’altra squadra è indagato dalla Procura federale per violazioni del protocollo anti-Covid.

Per la decisione del Giudice Sportivo è segnata la data di mercoledì 14 ottobre, per dare tempo al Napoli di organizzare al meglio la propria difesa.

READ  Agnelli: 'Serve lealtà. De Laurentiis mi ha chiesto di rimandare, ma la Juve rispetta sempre le regole. 3-0? Preferisco vincere sul campo "Prima pagina"

SABATO 10

L’ultimo “contributo” alla vicenda è stato dato dal governatore della Campania De Luca, con alcuni Dichiarazioni al vetriolo contro Agnelli e FIGC. Tuttavia, non riceveremo una risposta ufficiale prima di mercoledì su chi dovrebbe decidere.

More from Tiziano Genovese

Udinese-Roma 0-1: Pedro firma in sette, Mirante salva e Fonseca riprende

Speriamo che Abel Balbo, che ha giocato e stampato con entrambe le...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *