Crescono le infezioni (+1.640) e i decessi (+20). Terapia intensiva 244

Malattia di coronavirus Italia, Il bollettino Oggi 23 settembre 2020. Sono 1640 i nuovi casi di Coronavirus in Italia, ancora in aumento rispetto ai 1392 di ieri. I morti sono 20 (ieri erano 14). Anche i malati crescono terapia intensiva Che ha raggiunto 244, in aumento di 5 unità rispetto a ieri.

Fare clic qui per scaricare la brochure in formato PDF

Dati dell’area

Lazio

Oggi nel Lazio, 195 su oltre 9.000 tamponi hanno casi positivi di SARS-CoV-2. Di questi, 135 sono a Roma ”, mentre“ 3 morti ”. Lo riferisce il Consigliere per Salute e Integrazione Sociale e Salute Alessio D’Amato, che ci invita a“ Attenzione: ci aspettiamo un leggero aumento dell’indice Rt, ma inferiore a 1 ”.

Covid Lazio, dispensa: 195 casi, solo a Roma 135. D’Amato: “A Sant’Eugenio una macchina nuova per bambini da 0 a 6 anni”

“Degli oltre 9mila tamponi odierni nel Lazio, sono 195 di questi, 135 casi a Roma e tre morti. Attenzione va tenuta alta, ci aspettiamo un leggero aumento di RT, ma inferiore al valore di 1”, ha affermato il cancelliere D’Love. Guida in pediatri “A partire dal 24 settembre, le prime 400.000 dosi di vaccino antinfluenzale saranno distribuite alle autorità sanitarie locali.

Veneto

Il Veneto ha registrato 150 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore e due vittime, portando il numero totale di morti a 2167. Il numero totale di persone contagiate dall’inizio dell’epidemia è arrivato a 26.154 contagiate. Lo afferma nella newsletter regionale. Cresce anche il numero di pazienti in terapia intensiva, 22 (+2). Le persone positive sono attualmente 3155 (+12).

Lombardia

Ci sono 196 casi di nuova infezione da coronavirus in Lombardia rispetto a ieri (di cui 29 ‘sono debolmente positivi e 6 dopo test sierologici) rispetto ai 22.805 tamponi eseguiti (totale complessivo: 1.990.912). In terapia intensiva. Secondo i dati distrettuali i pazienti sono 33 (-1) mentre quelli non in terapia intensiva sono 308 (+14). Non ci sono stati morti (totale 16.925). (maniglia).

Emilia-Romagna

Sono 101 i casi di infezione da nuovo coronavirus in Emilia Romagna, la metà dei quali identificati come asintomatici attraverso attività di screening e tracciamento dei contatti, su più di 10.000 tamponi e 1900 test sierologici. L’età media dei nuovi positivi oggi è 46 anni. Il virus Cov2 Sars-Cov2 fa un’altra vittima, un uomo di 98 anni della contea di Modena. Quanto alla situazione sul territorio, secondo il bollettino regionale, il maggior numero di casi è stato registrato nelle province di Bologna (17), Parma (14) e Reggio Emilia (12). Il numero di pazienti in terapia intensiva è in diminuzione, di due in meno, per un totale di 20 pazienti, mentre negli altri reparti Covid sono presenti altri due pazienti (187).

READ  Regionali, la Toscana è ancora al centro sinistra. Gianni ha fermato l'attacco Chicardi del 48% (grazie a Florence): "Ho vinto senza padrini"

Sardegna

Due decessi e 49 nuovi casi di infezione da Covid-19 sono stati registrati in Sardegna nell’ultimo aggiornamento dell’Unità Regionale di Crisi. I morti sono una donna di 62 anni, ricoverata a Nuru e residente in Sassari, deceduta il 21 settembre, ma solo oggi inserita nel verbale, e un uomo di 79 anni, ricoverato a Cagliari e residente nel sud Sardegna, Ed è morto questa mattina. Il numero delle vittime è salito a 145. Aumenta anche il numero dei pazienti negli ospedali, 100 finora (+4), 21 in terapia intensiva, 1624 persone in isolamento domiciliare e 32 guariti in più rispetto all’ultimo aggiornamento. Sono stati eseguiti 175.829 tamponi, con un aumento di 2.169 test. Dei 3.405 casi positivi verificati complessivamente, 550 (+14) sono stati rilevati nella città urbana di Cagliari, 336 (+3) nel sud Sardegna, 242 (+4) a Oristano, 374 (+14) a Nuoro, 1903 ( +14)) a Sassari.

Valle d’Aosta

Sono 10 i nuovi casi positivi di COVID-19 in Valle Dosta. Questo porta gli attuali casi positivi a 58, di cui 4 in ospedale e 54 in isolamento domiciliare. Dall’inizio dell’epidemia, ci sono stati 1.284 casi positivi, 1079 guariti e 27.977 tamponi condotti finora. Lo afferma la newsletter aggiornata per la regione, che viene pubblicata ogni tre settimane.

Piemonte

Resta alto il numero di nuovi contagi da coronavirus in Piemonte. Nelle ultime 24 ore l’Unità Regionale di Crisi ne ha registrati 95, per un totale di 34.575 piemontesi dall’inizio dell’epidemia. È stato registrato anche un decesso (4.157 dall’inizio dell’emergenza). Le persone appena guarite avevano 35 anni, con altre 399 in miglioramento. I pazienti in terapia intensiva sono 8, uno in più rispetto a ieri, 163 non in terapia intensiva e uno in meno rispetto a ieri. Ci sono 2.247 persone in isolamento domestico. I tamponi diagnostici trattati finora sono 682.282 strisci, di cui 379.273 negativi al test.

Friuli Venezia Giulia

Attualmente sono 716 le persone contagiate dal Coronavirus in Friuli-Venezia Giulia (5 in più rispetto a ieri). Sei pazienti sono in terapia intensiva, mentre 16 sono ricoverati in altri reparti. Non sono stati registrati nuovi decessi (350 in totale). Lo ha annunciato il vice governatore responsabile della sanità, Ricardo Ricardi. Oggi sono state rilevate 57 nuove infezioni. Pertanto, analizzando i dati aggregati dall’inizio dell’epidemia, le persone risultate positive al virus sono 4.461: 1.586 a Trieste, 1.467 a Udine, 995 a Pordenone e 397 a Gorizia, oltre a 16 persone provenienti da fuori regione. .

Tra i nuovi casi: sette richiedenti asilo (5 a Gorizia); A Udine alcune famiglie sono infestate, e una a Sabada con sei plus; Trieste ha tre focolai familiari; A Pordenone due operatori RSA e due schieramenti nel territorio di Meduno e Spilimbergo; Nella regione dell’Esonzo, la malattia è scoppiata a San Pierre Desonzo. Le persone guarite completamente sono state 3.395, le persone guarite clinicamente 6 e isolate sono state 688. I deceduti sono stati 197 a Trieste, 77 a Udine, 69 a Pordenone e 7 a Gorizia.

READ  "Grande Fratello Vip", Matilde deve uscire di casa

Mercato

Nell’ultimo giorno del nuovo percorso diagnostico sono stati rilevati 32 casi di coronavirus nelle Marche: 12 in provincia di Pesaro-Urbino, 12 in provincia di Ascoli Piceno, tre in provincia di Ancona, due in provincia di Macerata e uno in provincia. Da Fermo e due fuori zona. Gores ha detto che sono stati testati 1.497 tamponi: 829 nel nuovo percorso diagnostico e 668 nel percorso di guarigione. Le nuove infezioni riguardavano tre persone tornate dall’estero (Macedonia, Romania e Afghanistan), 11 contatti a casa, quattro persone che avevano sintomi, sei contatti con casi positivi e tre casi sono stati rilevati mediante esame nel percorso sanitario e un caso è stato scoperto. Esaminando l’ergonomia, una nel contesto del lusso e l’altra dall’esterno del quartiere; Altri due casi sono indagati.

Liguria

Sono stati 108 i nuovi casi di contagio da coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Liguria, su un totale di 3.766 tamponi condotti. È il dato diffuso nel pomeriggio dalla Task Force Regionale Ligure per le Emergenze. Nel dettaglio, sono 17 i casi nella Asl 1 di Imperia: 5 di questi sono casi di contatto, 11 sono soggetti rientrati dall’estero e uno è uscito dalle attività di screening. Nella provincia di Savona, invece, la Asl 2 ha visto emergere 4 casi entro 24 ore: 2 casi da contatti positivi, uno registrato presso una struttura socio-sanitaria e l’altro emerso da attività di screening.

Sono invece 63 i casi nella ASL 3 di Genova: 40 casi di contatto confermati, 2 casi comparsi in strutture socio-sanitarie e 21 casi usciti invece di attività di screening. Nella Asl 5 di La Spezia sono stati riscontrati 24 nuovi casi, 15 dei quali confermati contatti positivi e 9 derivanti da attività di screening. Finora i positivi in ​​Liguria hanno totalizzato 2.947 pazienti, mentre sono stati ricoverati 167 pazienti, ieri più di due pazienti, 18 dei quali ricoverati in reparti di terapia intensiva della regione. Nelle scorse ore si sono registrati anche due decessi: il primo di una donna di 81 anni avvenuto all’ospedale di Albenga, in provincia di Savona, e il secondo di una paziente di 98 anni deceduta all’ospedale di Sarzana.

READ  «Oggi 600 sono ricoverati e 70 in terapia intensiva. Scuole, positivo ...

Sicilia

Ottantanove nuovi casi e tre decessi oggi in Sicilia per COVID-19. In totale, sono 2.412 i casi positivi sull’isola e 64 tra dimissione e guarigione. I dati sono inseriti nel bollettino quotidiano del Ministero della Salute. La regione Sicilia individua oggi nove degli 89 nuovi positivi ospiti della Missione di Speranza e Carità in Piaggio Conte a Palermo e un immigrato nell’hotspot di Lampedusa.

Calabria

“Finora in Calabria sono stati effettuati 187.925 tamponi. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.887 (+19 rispetto a ieri), e il negativo è 186.038”. Attualmente sono attivi 505 casi. Regionale – continua – I casi positivi sono così distribuiti: Catanzaro: 10 per reparto; 1 in terapia intensiva; 64 in isolamento domestico; 191 Restaurato; 33 deceduti. Cosenza: 10 per reparto. 3 in terapia intensiva; 114 in isolamento domestico; 477 recuperato; 34 deceduti. Reggio Calabria: 5 per ala; 109 in isolamento domestico; 318 recuperato; 19 deceduti. Croton: 22 in isolamento domestico; 117 recuperato; 6 deceduti. Vibo Valentia: 2 per suite; 17 in isolamento domestico; 85 recuperati; 5 defunti provenienti da altra regione o estero: 245 (il totale comprende anche il defunto nel reparto di terapia intensiva di Cosenza residente fuori regione).

Poi il bollettino evidenzia: “Resta in ospedale”Fuori regione» Gli immigrati sono stati inclusi nelle loro accuse per Anavar. Complessivamente i ricoveri all’Ospedale di Catanzaro sono 10, di cui 5 riferiti a non residenti. 9 sono stati accolti in AO di Cosenza; Di questi tre “non residenti”, mentre il paziente dimesso dall’ospedale è stato ricoverato a Cosenza «Fuori regione».

Il numero totale dei casi a Catanzaro include persone provenienti da altre strutture che sono state sgomberate nel tempo. I quattro casi di Catanzaro sono attribuiti a un focolaio noto. Cosenza ha 9 nuovi casi, 3 dei quali dovuti al noto focolaio di Corigliano Rossano; 3 casi attribuiti ad un noto focolaio di Cosenza, residente nella Valle di Cratee. Per quanto riguarda gli altri casi, sono: una chiamata da un caso registrato in un’altra regione, un immigrato e un caso in esame con un’indagine in corso.

Dall’ultima indagine, conclude il bollettino, “Le persone che si sono registrate al portale della Regione Calabria per segnalare la loro presenza sul totale territoriale 1.476. Il censimento comprende anche due pazienti bergamaschi trasferiti a Catanzaro, mentre non sono inclusi i numeri di contagio ricevuti dopo l’invio dei dati in tutela. Civile nazionale “.

Ultimo aggiornamento: 18:24


© Riproduzione riservata

Written By
More from Arrigo Faugno

Annullato lo scontro tra Trump e Biden previsto per giovedì

La commissione che organizza i dibattiti presidenziali ha annullato il duello previsto...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *