Covid mette fuori gioco la difesa dell’Inter: è un’emergenza alla luce del derby, studio soluzioni Conte Prima pagina

Mancheranno i fan, mancheranno le solite coreografie. Sarà derby, ma mancherà il colore del derby. E potrebbe non essere l’unico assente: Il Milan spera di ritrovare Ibrahimovic, ma lo svedese è ancora positivo al Covid. E da oggi all’Inter ci sono anche Bastoni e Skriniar, contagiati nell’ultima ora e ora in pericolo per la partita di sabato 17 ottobre a San Siro..

SOLUZIONI PER LO STUDIO DEL CONTE – Antonio Conte deve quindi contare gli uomini a sua disposizione: le uniche centrali elettriche sono De Vrij e Ranocchia, a cui si aggiungono Kolarov e D’Ambrosio, che sono già utilizzate rispettivamente come terze parti destra e sinistra in questo inizio di stagione. Inoltre ecco l’opzione Darmian, Ufficializzato lunedì e fatto il suo possibile esordio con la maglia nerazzurra. Se Bastoni e Skriniar non erano a disposizione per il derby, è facile pensare a una difesa che, oltre alla certezza di De Vrij in mezzo, vede in campo anche i due terzi della zona di difesa all’esordio stagionale con la Fiorentina acceso il campo. D’Ambrosio a destra, Kolarov a sinistra, con Darmian e Ranocchia allegri sul divano. L’emergenza difensiva per la difesa non è completa, ma un primo allarme è inevitabile se si considera che domenica scorsa Skriniar e Bastoni erano i proprietari dell’Olimpico. Al derby mancano ancora dieci giorni e Conte aspetta la sua squadra: in un derby che osa tante, troppe assenze.

READ  Finali NBA: Adebayo e Dragic giocano per Gara 2 contro i Lakers
More from Tiziano Genovese

L’adesione a regole e frasi non è per tutti

“Io sono interista”. La campagna pubblicitaria dei nerazzurri nei mesi immediatamente successivi...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *