Coronavirus Francia, nuovo record di casi: oltre 20mila in 24 ore

Per la prima volta dallo scoppio del coronavirus, il file La Francia ha registrato più di 20.000 nuove infezioni entro 24 ore. Secondo i dati diffusi dall’autorità sanitaria, Salute pubblica Francia, quei casi sono stati 20mila 339 in un giorno, con 62 morti. Il maggior numero di casi dipende in parte anche dai test, che nelle ultime settimane sono molto di più di quelli effettuati in primavera, ma preoccuparsi il ritmo della positività, ancora in aumento: giovedì era del 9,8%, superando la soglia del 10% e raggiunge il 10,4% Venerdì 9 ottobre in serata. 1 è stato identificato24 focolai aggiuntivi, per un totale di 1362 gruppo studiando su tutto il territorio nazionale.

L’aereo bianco

Nelle zone di massima allerta (Marsiglia, Aix, Parigi, Guadalupa, più Saint Etienne, Grenoble e Lione e Lille) entra in vigore il piano bianco che trasferisce le risorse degli ospedali nella lotta al Covid, con personale sanitario e strutture dedicate in via prioritaria a pazienti con coronavirus. Gli interventi chirurgici non urgenti sono rimandati per lasciare quanti più letti possibile per i pazienti Covid.

La prospettiva

Il Presidente del Consiglio Scientifico, Jean-Franois Delfraissy, ha detto ieri che i francesi dovrebbero abituarsi all’idea di convivere con il virus fino alla prossima estate. Delfraissy ha anche ribadito che le autorità stanno cercando di fare tutto il possibile per evitare un blocco locale (escluso a livello nazionale generale). Ma se l’incarcerazione locale diventa necessaria, lo faremo. Ciò offre la possibilità che le aree più colpite, come Parigi o Marsiglia, subiscano una nuova esclusione. Le prossime due settimane saranno cruciali per l’esecuzione della seconda ondata.

READ  Trump non può perdere il potere: ecco perché è pronto anche per movimenti disperati
La strategia della pentola a pressione

Delfraissy ha paragonato la strategia del governo a una pentola a pressione: si lascia soffiare un po ‘, si fa uscire il vapore e poi si spegne di nuovo, per due o tre settimane, con nuove restrizioni. Misure transitorie che limitano la circolazione del virus lo riaprono e lo chiudono in un’altra zona. Delfraissy, il capo dell’ente scientifico che aiuta il presidente Emmanuel Macron ad affrontare la situazione, fornisce soluzioni e consigli che il capo dello stato a volte ha fallito in nome di altre esigenze (secondo Delfraissy la riapertura delle scuole a maggio è stata prematura, ma Macron voleva continuare comunque).

9 ottobre 2020 (modifica il 9 ottobre 2020 | 21:21)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

More from Eugenio Toscani

Come Trump guarda la TV

Donald Trump è noto per aver guardato molta televisione e molte ore...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *