Come ha chiuso oggi il mercato azionario grazie ad un fiume di soldi in arrivo nella seconda parte della seduta

Le borse europee rispondono a Covid e realizzano una buona seduta con rialzi significativi. I profitti sono stati distribuiti su tutte le borse del Vecchio Continente, compresa Piazza Affari, in crescita anche grazie al forte apprezzamento di alcuni titoli.

Ecco come oggi la borsa ha chiuso grazie ad una valanga di soldi in arrivo nella seconda parte della seduta. Di seguito l’analisi dell’ufficio studi ProiezionidiBorsa sugli eventi di rilievo della giornata.

Una prima parte della seduta è dominata dalle copertine

Innanzitutto la cifra finale della lista milanese, perché non è mai così importante come in questo caso capire cosa è successo oggi a Milano. Alla fine della sessione, l’indice Ftse Mib (INDICE: FTSMIB) ha chiuso a 19.389 punti, l’1,7% in più.

Il risultato positivo è nato grazie a due elementi fondamentali. In mattinata il mercato azionario è stato spinto agli acquisti a causa della copertura delle posizioni ribassiste aperte ieri. Quel pomeriggio è aumentato positivamente grazie all’apertura di Wall Street.

Le coperture hanno inizialmente causato un aumento dell’indice FTSE, ma quando sono state completate, i prezzi sono scesi fino a quando tutti i guadagni sono stati annullati. Prima delle 12.00 anche il Ftse Mib ha avuto un impatto negativo, ma il supporto di 19mila punti ha contenuto il calo.

Come ha chiuso oggi il mercato azionario grazie ad un fiume di soldi in arrivo nella seconda parte della seduta

Fortunatamente, i dati iniziali sull’apertura di Wall Street hanno riportato alcuni acquisti ei prezzi sono saliti a 19.250 punti. Qui trovano la prima resistenza e si fermano. Esattamente come ci aspettavamo nell’articolo del commento che attende ogni mattina l’apertura delle borse e propone lo scenario che si aprirà.

READ  Crédit Suisse, balletto razzista alla festa: ora la banca si scusa

La resistenza di 19.250 punti è stata infranta quando il mercato azionario statunitense ha aperto al rialzo alle 15:30. Da quel momento in poi, gli ordini di acquisto hanno iniziato a piovere e l’indice blue chip è salito a 19.400 punti. Di nuovo esattamente come abbiamo scritto nell’articolo questa mattina.

Ovviamente, tutte le prime 40 azioni sono aumentate, ad eccezione di una, Inwit. Tra queste BPER Banca, che cresce di oltre l’8%, e Atlantia, che sale di un ulteriore 4,7%.

Per BPER, è stata una battuta d’arresto che ha preparato alcune sessioni. Per Atlantia, l’utile nasce dall’ipotesi di una conclusione positiva per l’azienda nel tiro alla fune con il governo.

More from Nicostrato Manna

Quanto valgono le 10 lire del 1946? Fantastico, ecco la risposta e dove cercarla

Durante la Repubblica Italiana ne furono prodotte due diverse Monete da 10...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *