Combatti l’evasione fiscale, includi le ricevute elettroniche

Servizioesattore delle tasse

Nella lotta contro le frodi IVA, si presta attenzione ai dettagli del falso intento

di Marco Mobili e Giovanni Parente

(IMAGOECONOMICA)

Nella lotta alle frodi IVA vengono evidenziati i dati di falsa intenzione

2 ‘di lettura

La lotta all’evasione fiscale è in linea con i nuovi tempi e punta sugli scontrini telematici con una pressione su sanzioni e lettere di intenti “esterometriche”, perché il formato della fattura elettronica deve consentire anche l’invio dei documenti emessi e ricevuti diventare operatori transfrontalieri.

Ma andiamo con ordine. Il Il Ddl di Bilancio riscrive la disciplina delle sanzioni sugli scontrini elettroniciPresto inoltre maggiore attenzione alle possibili manomissioni o alterazioni dei registratori elettronici e alle altre modalità di archiviazione dei pagamenti e trasferimento degli stessi all’Agenzia delle Entrate.

Caricamento in corso …

In effetti, il file multa del 90% dell’imposta coprirà tutti i possibili reati (memorizzazione omessa, tardiva e / o infedele e trasferimento omesso, tardivo e / o infedele), sia individualmente che cumulativamente. Allo stesso modo vengono così approvate le irregolarità nello stoccaggio e nella spedizione e verrà applicata una sola penale per i reati legati a momenti diversi (giacenza e trasferimento) dell’adempimento da parte di esercenti ed esercenti.

Ciò vale nei casi in cui è stata commessa l’irregolarità sull’IVA da pagare. Se, invece, non c’è stata influenza sull’IVA dovuta, il la multa è fissata a 100 euro per ogni spedizione. In ogni caso non sarà più consentito riesaminare la sanzione irrogata per mancata memorizzazione dei corrispettivi o archiviazione con dati incompleti o inesatti una volta accertato il reato.

Ma, come previsto, il regime sanzionatorio mira anche a prendere di mira coloro che vogliono bluffare maliziosamente con i nuovi strumenti di registrazione e invio dei dati di vendita. In caso di guasto dei registratori non segnalata, la sanzione amministrativa può variare dai 250 ai 2000 euro. Mentre la multa da 1000 a 4mila euro per il mancata installazione dei dispositivi per l’emissione di una ricevuta o la ricevuta si applica anche alla mancata applicazione di strumenti e procedure di trasmissione elettronica. E anche in questi casi si applica la sanzione per manomissione o alterazione da 3000 a 12mila euro.

READ  Coronavirus, chiusura e zona rossa: cosa si può fare e cosa no all'aperto, per correre, fare jogging, camminare, palestre e sciare
More from Nicostrato Manna

aumentano dunque le INFEZIONI, parla la VIROLOGA ILARIA CAPUA »ILMETEO.it

CORONAVIRUS: quindi aumentano le INFEZIONI, dice la VIROLOGA ILARIA CAPUA La VIROLOGA...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *