Atlantia: Rimanenti pagamenti all’ex Castellucci sospesi e richiesta di rimborso

Il Consiglio di Amministrazione “ha espresso profonda confusione e totale disapprovazione per le azioni e le sentenze emerse nel provvedimento cautelare” e successivamente ha sottolineato la “fondamentale” esigenza di “condurre il processo di profondo cambiamento con il massimo intuito. “.

Pertanto, sono state avviate iniziative legali per verificare “l’esistenza di comportamenti” non conformi alla legge, al codice etico, alle regole e ai regolamenti aziendali, indipendentemente dalla sua rilevanza penale.

Qualora si determini, anche sulla base di una verifica degli atti giudiziari, saranno indotti una serie di provvedimenti, dai provvedimenti disciplinari, compresa la risoluzione del rapporto di lavoro, all’interruzione del pagamento delle spese legali, dall’esercizio di eventuali clausole reclamare dopo la richiesta di ulteriori danni, inclusa la reputazione.

Provvedimenti che verranno adottati in caso di valutazione negativa dei fatti contestati che d’ora in poi saranno arrecati ai dipendenti coinvolti in procedimenti penali ai sensi di una nuova politica interna ”.

Non manca un atteggiamento difficile nei confronti di Castellucci. Il consiglio ha deciso di sospendere il pagamento della quota residua del TFR di 13 milioni di euro, concordata con l’ex dirigente nell’ambito dell’accordo del 17 settembre 2019.

Non solo. Atlantia intende ottenere il rimborso della somma versata, nonostante il tribunale del lavoro di Roma abbia respinto il ricorso contro la sospensione decisa a dicembre. La società, infine, si riserva di intraprendere ulteriori azioni nei confronti di Castellucci.

READ  Covid / Italia, ecco cosa puoi fare dopo le 18:00 secondo il Dpcm
More from Nicostrato Manna

L’uso di cortisone riduce la mortalità per COVID-19

Il cortisone ridurre le morti in Pazienti con SARS-Cov-2, per dire che...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *