Alitalia «ITA», la nuova compagnia di bandiera, parte

La nuova Alitalia parte il venerdì sera. Almeno da un punto di vista formale. I quattro ministri responsabili del dossier – economia, trasporti, sviluppo economico, lavoro – hanno firmato la decisione di newco, sezione che ufficializza la nomina dei vertici aziendali: l’amministratore delegato Fabio Maria Lazzerini e il presidente Francesco Caio. La compagnia si chiama Alitalia ITA, abbreviazione di Italy Air Transport.

Il Consiglio di Amministrazione

In un commento, il Ministero dell’Economia ha anche annunciato i membri del Consiglio di Amministrazione, confermando le aspettative di ieri: i consiglieri sono Alessandra Fratini (avvocato specializzato in diritto comunitario), Cristina Girelli (già Alitalia ora in Air Italy l’ex Meridiana finita in liquidazione lo scorso febbraio), Simonetta Giordani (già Autostrade), Lelio Fornabaio (commercialista), Silvio Martuccelli (avvocato e docente di diritto civile alla Luiss), Frances Ouseley (ex numero uno di easyJet Italia e prima di quello amministratore delegato di Alitalia) e Angelo Piazza (ex magistrato del Tar).

La professionalità

Un consiglio tecnico, che inizialmente doveva essere composto da cinque membri e poi aumentato a sette per riunire le varie anime politiche del governo. Tra gli assessori ci sono quelli che aiuteranno a convincere l’Ue della bontà del progetto (per esempio, Alessandra Fratini) e quelli che possono aiutare nel settore stravolto da Covid (il caso di Frances Ouseley). Il Collegio Sindacale è composto da Paolo Maria Ciabattoni, Giovanni Naccarato, Marina Scandurra, Gianfranco Buschini e Serena Gatteschi.

Un predicatore

Abbiamo posto le basi per la ripresa del trasporto aereo italiano selezionando manager di alto livello che possano sviluppare e attuare un piano industriale solido e sostenibile, spiega nella nota Roberto Gualtieri, Ministro dell’Economia. È una grande impresa industriale che è al servizio del Paese, a sostegno della competitività delle imprese e per la ripresa del turismo italiano, aggiunge il ministro Paola De Micheli (Trasporti). La crisi economica provocata dalla pandemia odierna ci ricorda una concreta ripresa della nostra compagnia di bandiera, afferma il ministro Stefano Patuanelli (Sviluppo economico). Il ministro Nunzia Catalfo (Lavoro) ribadisce una sfida da vincere per dotare il Paese di un vettore che valorizzi capacità e competenze professionali.

READ  La rete PosteMobile non funziona: ci sono problemi in tutta Italia
I guidatori

Lazzerini e Caio eleggeranno il governo nei prossimi giorni. Vista la situazione nel settore, quasi un consiglio di guerra. Il top management dovrà progettare la nuova società tenendo conto della vigilanza della Commissione Europea che chiederà la massima interruzione tra la newco e la società in amministrazione straordinaria i cui ricavi sono crollati nei primi nove mesi di quest’anno a causa del coronavirus per 1,7 miliardi di euro.

I sindacati

Era tempo che arrivasse la decisione costituzionale: da questo momento in poi inizia una nuova era e non dobbiamo sbagliare, a cominciare dall’elaborazione di un ambizioso piano industriale che speriamo di conoscere al più presto, dichiara Salvatore Pellecchia, segretario generale di Fit-Cisl. . La firma della decisione e la nomina del Consiglio, che esprime anche i poteri del settore, è buona, ma permangono preoccupazioni per la complessità della situazione e per i quasi 7.000 lavoratori licenziati, il Filt CGIL Fabrizio Cuscito. Serve un forum permanente di confronto tra i ministeri coinvolti ei sindacati, chiede Cuscito. Finalmente è stata superata una situazione di stallo di mesi, dopo le fortissime richieste rivolte alla politica per la costituzione della newco, affermano il segretario generale dell’Uiltrasporti, Claudio Tarlazzi, e il segretario nazionale, Ivan Viglietti.

More from Nicostrato Manna

Non dimenticare questo bonus: le proiezioni del mercato azionario

Il bonus facciata è ancora attivo fino al 31 dicembre di quest’anno....
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *