Casa » Sport

Warriors corsari in casa dei Rockets

17 Mag, 2018, 12:06 | Autore: Lucilla Lucia
  • Houston c’è Golden State al tappeto 127-105 serie sull’1-1
17/05/2018Roberto Naccarella

Dopo il primo successo dei campioni sul campo dei Rockets, arriva l1-1 che impatta la serie con Houston che stravince gara2 127-105. La squadra di Mike D'Antoni ritrova il suo gioco nella partita finora più importante della sua stagione, alzando anche l'intensità difensiva in particolare nel primo quarto quando Golden State perde sette palloni in sette minuti.

Per i Rockets James Harden è in partita anche in questa occasione e porta sul tabellino un totale di 27 punti, 10 rimbalzi e 3 assist, mentre PJ Tucker diventa protagonista con 22 punti, 7 rimbalzi e 4 assist. Dall'altra parte, invece, D'Antoni ha trovato le risorse necessarie anche dai cosiddetti "gregari" come Tucker e Ariza.

Come già accaduto in gara-1 Kevin Durant è il migliore di Golden State con 38 punti a referto e con quasi il 60% dal campo. Gli ospiti provano ad accorciare poco prima dell'intervallo, ma vanno negli spogliatoi sotto 64-50. I Warriors erano apparsi troppo superiori e troppo attrezzati rispetto alla pur generosa franchigia texana, e il passaggio dei campioni in carica alle Finals sembrava praticamente scontato. La parabola del n°35 di Golden State è in continua ascesa e sembra oggi essere ai suoi vertici massimi, ad altezze fin qui mai toccate: "Individualmente cerchiamo tutti, io per primo, di dare il meglio ed essere i migliori giocatori che possiamo essere, ma lo facciamo per il bene della squadra, non per la gloria personale", racconta Durant ai microfoni di David Aldridge, in un'intervista esclusiva per la rubrica Inside Stuff.

Per Houston si tratta soltanto della seconda sconfitta interna dei playoff 2018, una sconfitta che ora li costringe a dover andare a vincere in California per provare a portare a casa la serie.