Grande Fratello 2018 news, Aida attacca: "Siete la vergogna del vostro Paese"

17 Mag, 2018, 13:09 | Autore: Adone Liotta
  • Selvaggia Lucarelli attacca Barbara D'Urso

Pareva la mamma d'un bambino speciale che magnifica le sue qualità con i lavori in classe con la pasta di sale. Vuole esserci per Coccia Colaiuta, il compagno così diverso da lei che ha scelto di avere accanto nella sua vita.

Quella differenza è anche tra l'amore democratico e l'amore fascista.

Ad avanzare l'ipotesi di un attacco alla blogger Selvaggia Lucarelli è stato il sito 'Trashitaliano' sul quale viene suggerito che sulla maglietta ci fosse scritto: "Selvaggia S.a". l'indiscrezione del sito viene in un certo senso confermata dalla stessa Lucarelli che interrogata sulla vicenda da 'Giornalettissimo' ha risposto: "Sto valutando azioni legali".

Il motivo dell'eliminazione? Una maglietta sessista indossata una notte da Favoloso, in un momento che, per motivi di produzione, non è andato in onda.

"Qualcuno ha detto che assomiglio a quel pouf, ma quel pouf non ha la testa, io ce l'ho". Nessuno mi ha chiamata. Una decisione che Favoloso ha accolto con la consueta indifferenza, affermando in seguito di sentirsi sollevato: "Perchè non ce la facevo più a stare la dentro".

"Per un anno e mezzo la notizia che abbiamo avuto è stata terrificante, mi sono preso cura di te, ma tu non hai pensato che era una brutta notizia anche per me". A confronto di Nina Moric Michele Misseri è chiaro, Anna Oxa lucida e il Ken umano un ragazzo acqua e sapone. La donna si è sfogata con l'uomo e Luigi Favoloso era deciso a lasciare la casa del Grande Fratello per seguire la donna. Anzi, sono pronta a scommettere che siano state fatte accuratamente sparire. L'abbraccio e il bacio appassionato suggellano un qualcosa che fa certamente riflettere. E' un personaggio che ho già diffidato in passato tramite avvocato per atteggiamenti dal sapore vagamente minatorio e calunnie sul conto di persone che mi sono vicine. Diventato noto per essere il fidanzato di Nina Moric, nella vita di tutti i giorni è anche un imprenditore napoletano di 30 anni (questa la sua età) che come lavoro fa il "digital manager". "Perché?". "Perché ho fatto una cazzata". Non è neppure per quel suca a me che avresti dovuto cancellarlo dai tuoi programmi, se fossi davvero una paladina delle donne, ma per quel "se non puoi sedurle, puoi sedarle" detto col solito ghigno da quell'individuo nella casa il giorno prima, mentre si parlava di droga dello stupro. Mancava un "Mo ti tolgo la playstation", ma poi sarebbe parso un comunicato della Nintendo.