Ruby ter, rinvio a giudizio per Berlusconi: andrà a processo per corruzione

16 Mag, 2018, 14:17 | Autore: Alighiero Casassa
  • Ruby ter, la procura di Torino chiede il rinvio a giudizio per Berlusconi

La Procura di Torino, in relazione al processo "Ruby ter", ha chiesto il rinvio a giudizio nei confronti di Silvio Berlusconi. Secondo il pm Laura Longo, il leader di Forza Italia avrebbe destinato somme di denaro alla ragazza affinché rilasciasse in aula dichiarazioni non veritiere su quanto avveniva nella villa dell'ex premier. Berlusconi è accusato di corruzione in atti giudiziari, mentre per Bonasia a quest'accusa si aggiungo quelle di calunnia e falsa testimonianza. "In attesa dell'udienza preliminare di inizio luglio, il 7 giugno la Cassazione dovrà pronunciarsi sul sequestro dei beni di Vannoni".

Intanto Berlusconi è stato rinviato a giudizio a Roma dal gup per il reato di corruzione nell'ambito di uno dei filoni giunto a Roma per competenza da Milano dell'indagine Ruby Ter. Ai fini della decisione, il giudice dovrà valutare se vale dove Bonasia ha ricevuto l'ultimo assegno circolare di Berlusconi, pari a 25 mila euro, vale a dire a Milano, o dove l'assegno è stato incassato, in una banca del Torinese.

Il gup Angela Gerardi ha accolto la richiesta del pubblico ministero Roberto Felici e ha mandato a processo l'ex presidente del Consiglio per corruzione e Mariano Apicella per corruzione e falsa testimonianza.

La prima udienza davanti alla seconda sezione penale del Tribunale di Roma si terrà il prossimo 23 novembre.