Rapporto ABI: Sofferenze in calo, prestiti a famiglie e imprese in accelerazione

16 Mag, 2018, 11:49 | Autore: Sofia Staffieri
  • San Marino. Patto del credito con l'Italia

Dai dati aggiornati a marzo 2018 è confermata anche la crescita del mercato dei mutui, in incremento annuo del 2,7%. "IN QUESTA specifica fase - spiegano in conclusione da Palazzo Altieri - di modificazione degli assetti organizzativi e dell'operatività delle banche di San Marino, l'associazione bancaria italiana supporterà l'associazione bancaria sammarinese, in termini di riflessioni giuridiche, economiche e tecniche, anche nell'auspicata realizzazione di un innovativo memorandum di intese con le competenti autorità italiane". Rispetto al picco di 88,8 miliardi di novembre del 2015 "la riduzione è di quasi 35 miliardi", in calo di oltre il 39%. A marzo, secondo il rapporto mensile dell'Abi, le sofferenze nette (al netto delle svalutazioni) sono state pari a 53,887 miliardi, mentre a febbraio erano a 54,542 miliardi.

Tassi di interesse al minimo storico.

Nello scorso mese di aprile del 2018 in Italia il tasso di interesse medio sui mutui per l'acquisto di abitazioni si è attestato all'1,85%, ovverosia al nuovo minimo storico rispetto all'1,88% di marzo 2018, ed al valore del 5,72% di fine 2017. Minimo storico anche per il tasso medio sulle nuove operazioni di finanziamento alle imprese che risulta pari a 1,51% (1,51% anche il mese precedente, valore prossimo al minimo storico di 1,42% segnato a gennaio 2018; 5,48% a fine 2007). La dinamica della raccolta complessiva (depositi da clientela residente + obbligazioni) registra ad aprile 2018 una variazione su base annua di -0,1%.

Il margine (spread) fra il tasso medio sui prestiti e quello medio sulla raccolta a famiglie e società non finanziarie permane in Italia su livelli particolarmente bassi, ad aprile 2018 risulta pari a 193 punti base (192 punti base il mese precedente), in marcato calo dagli oltre 300 punti base di prima della crisi finanziaria (335 punti base a fine 2007).