Facebook sospende quasi duecento applicazioni dalla piattaforma

15 Mag, 2018, 12:36 | Autore: Luciano Vano
  • Facebook, altre 200 app sospese per uso improprio dei dati

Facebook rende noto di aver sospeso 200 applicazioni nell'ambito di un'indagine sulle "app che hanno avuto accesso a un grande quantitativo di informazioni" degli utenti prima che il social cambiasse le sue regole, nel 2014. Le app saranno sottoposte ad accurata indagine: parola del vicepresidente Ime Archibong.

Duecento app attive nel social network sospese come parte dell'analisi interna lanciata dopo lo scoppio, a metà marzo, dello scandalo sulla manipolazione delle Presidenziali Usa, di cui è stata protagonista Cambridge Analytica, la società londinese accusata di avere "impropriamente condiviso" i dati di 87 milioni di utenti del social network, ovviamente a loro insaputa.

Facebook ha annunciato di aver monitorato migliaia di app collegate e di averne sospese 200 per un uso improprio dei dati degli utenti prima del 2014.

Nel frattempo Tim Cook critica Mark Zuckerberg.

Qualora Facebook individuasse un uso scorretto dei dati ottenuti attraverso le app per ora bloccate (e quelle che lo saranno in futuro), avviserà gli utenti, probabilmente aggiornando la pagina già dedicata a Your Digital Life. Apple ha fatto una scelta precisa: "raccogliere meno dati possibili e rispettarli sotto il nostro controllo, perché non sono nostri, ma degli utenti". "Ho lavorato per capire esattamente cos'è successo - aveva scritto Zuckerberg qualche giorno dopo la pubblicazione dello scandalo sui media statunitensi - e come fare in modo che non succeda di nuovo".

Pagina che vi consigliamo di consultare con frequenza visto che vi da delle informazioni circa il vostro account e se questo rientra in un qualche scandalo di "prelievo dati". Un quadro normativo più chiaro che intervenga a regolare tali aspetti diventa dunque sempre più auspicabile, anche se c'è da augurarsi che la regolamentazione del settore non passi per la censura.