Cannes: Lars von Trier torna dopo lo scandalo di 7 anni fa

15 Mag, 2018, 20:49 | Autore: Adone Liotta
  • E il 2011 dopo lo scandalo Wolfgang Spindler intervista Lars von Trier per Euronews

Ora, dopo essere stato "perdonato", il regista danese, è tornato sulla montée des marches, per la presentazione del suo nuovo film, 'The House That Jack Built'.

Oggi al festival di Cannes è il giorno dei registi Spike Lee - che presenta il suo film BlacKkKlansman - e di Lars von Trier, che non portava un film a Cannes dal 2011, quando fu definito "persona non gradita". Pare, infatti, che alcuni spettatori abbiano abbandonato il proprio posto in sala e si siano dichiarati disgustati e disturbati. In sala la reazione è stata particolare: immagini scioccanti di bambini uccisi e persone torturate hanno provocato scalpore, tra chi si è coperto gli occhi durante la proiezione e chi si è lasciato andare a grida di orrore e disgusto e se n'è andato. Ecco l'uomo in tutta la sua bruttezza, sembra dire Von Trier, irridendo come sempre a ogni aspirazione umana alla giustizia o alla bellezza, paragonate a desideri infantili. Jack è un ingegnere psicopatico con tendenze ossessivo-compulsive. Dopo aver ammazzato una donna che gli aveva chiesto soccorso per strada, si convince di dover continuare a uccidere per raggiungere la perfezione.

A vestire i panni dell'efferato serial killer ci penserà il candidato all'Oscar Matt Dillon, che sarà affiancato da Uma Thurman e Riley Keough, Bruno Ganz, Siobhan Fallon Hogan, Sofie Gråbøl, Jeremy Davies, e Ed Speleers.