Taxi volanti: Uber svela il prototipo per il servizio uberAIR

14 Mag, 2018, 09:49 | Autore: Minervina Schirripa
  • Auto volante o eVTOL? Tecnologia di Uber con U.S. Army e NASA per i taxi del futuro

Il nuovo partner Karem Aircraft, che ha brevettato la tecnologia Optimum Speed Tiltroter per applicazioni militari e commerciali, contribuirà a realizzare rotori leggeri ma rigidi che funzionano a velocità variabili e possono essere riposizionati a seconda che l'aereo decolli o voli in avanti.

Per entrare nel dettaglio, il piano di voli UberAir è parte di un progetto molto più ampio, che prende il nome di Elevate (lanciato nell'ottobre del 2016).

Una realtà che non vedremo tra decine di anni, ma che sarà in azione nel giro di 5 anni: Los Angeles, Dallas e Dubai inizieranno i primi test già nel 2020.

Se siete stanchi del traffico infernale delle nostre città, e sognate di poter volare fino alla vostra destinazione, per riuscire ad arrivare finalmente in tempo e senza troppo affanno, il vostro sogno potrebbe presto essere esaudito: Uber ha infatti presentato i suoi primi taxi volanti.

Uber lavora a stretto contatto non soltanto con la NASA ma anche con aziende del calibro di Sandstone Properties, il cui contributo si estende alla progettazione ed alla realizzazione di appositi punti di atterraggio e decollo (Skyport).

Dallo scorso anno controllata di Boeing, Aurora Flight Sciences è specializzata in sistemi di aviazione autonomi.

Come vi abbiamo già raccontato nelle ultime ore, a partire dal 2020 negli USA Uber sembra intenzionata a lanciare (prima in via sperimentale) nuovi sistemi di trasporto volanti nell'ambito del progetto UberAir. All'evento la compagnia ha svelato nuovi prototipi di veicoli alati, una specie di incrocio tra elicotteri e droni - insieme ad accordi con la Nasa e l'Esercito degli Stati Uniti.

Il consiglio umile che ci sentiamo di dare a Uber è di concentrarsi, per ora ai veicoli senza pilota, che evidentemente necessitano ancora di molta sperimentazione, dato il numero di incidenti che hanno causato, e lo facciano senza la fretta che contraddistingue la schizofrenia del mondo globalizzato, perché altrimenti difficilmente troveranno clienti disposti a farsi accompagnare in cielo da un mezzo che si guida da solo. "Questo gigantesco sforzo per ottenere un volo con un clic può essere realizzato solo attraverso una stretta collaborazione tra il settore pubblico e quello privato, il fine perseguito dal summit Elevate". E si cerca una terza città che sia fuori dagli Usa.