Mediobanca, 9 mesi record per utile (+11%) e ricavi (+8,6%)

11 Mag, 2018, 20:33 | Autore: Sofia Staffieri
  • Poste Italiane, l'utile vola a 485 milioni (+ 38%)

Sei alla ricerca di segnali di trading che siano profittevoli?

Il Consiglio di Amministrazione di Mediobanca, presieduto da Renato PAGLIARO, ha approvato i risultati di esercizio e consolidati al 31 marzo scorso del gruppo Mediobanca illustrati dall'Amministratore Delegato Alberto NAGEL. I ricavi del terzo trimestre hanno superato per la prima volta i 600 milioni e nei 9 mesi hanno segnato il record di 1,8 miliardi, con un aumento del +8,6% (le stime degli analisti erano di ricavi per 1,78 mld).

Il Margine Operativo Lordo si è attestato a 408 milioni di euro, in crescita di 15 milioni di euro rispetto al primo trimestre del 2017 (+4%). Le attività deteriorate sono diminuite da 180,6 a 167,1 milioni e rappresentano il 2,1% degli impieghi con un tasso di copertura del 51,2% (47,8%); le sofferenze nette sono state pari a 97,1 milioni (1,2% degli impieghi) coperte al 59,8% (56,4%).

Nei 9 mesi il gruppo Mediobanca ha accelerato la costruzione della piattaforma di wealth management che ora gestisce e amministra asset per 36,5 miliardi (+6,5 miliardi), grazie alla ripresa della crescita organica delle masse, ripartite tra affluent e premier di CheBanca!, a 7,9 miliardi da 7,1 miliardi di giugno 2017, e private banking (28,5 miliardi). Il Total Capital ratio passa dal 16,2% al 17,3%. La redditività netta è attesa fra 360-390 milioni di euro, ovvero superiore a quella registrata nel 2017 (penalizzata dagli effetti negativi conseguenti all'esercizio della PUT Option su EPCG).

Il risultato, spiega un comunicato, riflette il progressivo consolidamento delle acquisizioni nel Wealth Management, nonché il buon andamento di tutte le altre divisioni, in particolare del Consumer Banking.

(Teleborsa) - A2A ha chiuso il primo trimestre con ricavi pari a 1.812 milioni di euro, in aumento di 190 milioni di euro rispetto ai primi tre mesi dell'anno precedente (+12%).