Casa » Sport

FIBA Europe Cup: Venezia espugna Avellino nella finale d'andata 69-77

26 Апреля, 2018, 02:44 | Autore: Lucilla Lucia
  • Reyer Venezia batte Sidigas Avellino 69-77 e si aggiudica il primo round della Fiba Europe

Primo atto in cassaforte tra Avellino e Venezia nella finale tutta italiana di FIBA Europe Cup. Un doppio confronto che si giocherà su 80 minuti (gara di ritorno in programma mercoledì 2 maggio al PalaTaliercio), un orgoglio per l'Italia che ha portato due squadre in finale. Palma dell'mvp da dividere tra più di un giocatore veneziano: a turno, Cerella (ottimo anche in attacco), Daye, Watt e Johnson hanno realizzato giocate importanti. Fesenko inizia però a sbagliare da sotto, così Bramos e Haynes (con il primo, incredibile, canestro della sua partita) mantengono il +8 (46-54) al 23'.

Umana Reyer Venezia: Bramos 5, Daye 14. Fesenko dalla linea della carità fa 1/2, Venezia dall'altra parte del campo passa in vantaggio con due canestri in contropiede di Tonut (12-13). Uscito l'ucraino, sale in cattedra Watt, immarcabile per Zerini.

Avellino prova a metterla su fisicità e bagarre, ma ancora l'asse De Nicolao-Biligha funziona a meraviglia e poi Cerella infila da 8 metri la tripla del 59-68 al 32'. Venezia fallisce gli ultimi due tiri, Avellino pareggia con Filloy e una tripla allo scadere di Rich (25-25). I padroni di casa accorciano con Leunen e Fesenko (7/7), ma falliscono 3 liberi di fila (due con Rich), permettendo a Daye di tenere avanti i suoi (35-40). La chiusura virtuale è con la tripla di Jenkins per il +10 (67-77) del 38' che vale una buona fetta di trofeo per un club che aveva disputato una sola finale europea, quella di Coppa Korac nel 1981, quando la squadra del Paron Tonino Zorzi - i cui stranieri erano Spencer Haywood e Drazen Dalipagic - perse in volata contro Badalona. Pur avendo rallentato i ritmi, l'Umana Reyer riesce comunque a riprendere in mano l'inerzia, a partire dalla bella combinazione De Nicolao-Biligha, con Johnson che completa un break di 0-5 con la tripla del 52-59 al 27'.

La ripresa si apre con un gioco da tre punti non completato da Rich, ma soprattutto con terzo e quarto fallo di Daye già al 22'.