Ubs: trimestre positivo grazie al trading, titolo crolla

25 Апреля, 2018, 15:44 | Autore: Sofia Staffieri
  • Ubs il wealth management traina l'utile del terzo trimestre

Il colosso svizzero ha segnato nel primo trimestre un utile netto di 1,51 miliardi di franchi, in progresso del 19,3% su base annua. Le attività di wealth management hanno registrato flussi per 19 miliardi, con la divisione asset management a +26,6 miliardi di franchi.

Nei primi tre mesi dell'anno, i ricavi sono cresciuti del 2%, raggiungendo i 7,6 miliardi di franchi svizzeri, grazie sia alla performance della gestione patrimoniale che alle attività di investment banking. La posizione patrimoniale resta solida, con un coefficiente patrimoniale CET1 del 13,1% e un indice di leva finanziaria CET1 del 3,76%. "L'inizio dell'anno 2018 e' stato eccellente", ha dichiarato in una nota l'amministratore delegato di Ubs Sergio Ermotti, citato nella dichiarazione. I risultati "dimostrano ancora una volta la forza del nostro business diversificato" ha proseguito il manager ticinese, aggiungendo che l'istituto continuerà "a investire sulla crescita e sull'efficienza".

Per quanto riguarda le prospettive per il resto dell'esercizio, UBS si dice fiduciosa, nonostante le tensioni geopolitiche e l'ascesa del protezionismo rappresentino una minaccia alla fiducia degli investitori. Quindi conclude: "Nel secondo trimestre i costi di finanziamento relativi a debiti a lungo termine e strumenti di capitale emessi per adempiere a requisiti normativi in materia di fondi propri e liquidità saranno più elevati rispetto allo stesso periodo nel 2017".

In Borsa a Zurigo la reazione del mercato non è positiva, probabilmente in scia alla cautela nelle previsioni, mentre appunto solo l'investment bank ha battuto le previsioni degli analisti.