Papà dona parte di fegato al figlio di un anno

16 Aprile, 2018, 21:29 | Autore: Alighiero Casassa
  • Getty Images  iStock

Entrambi i genitori non ci pensano un attimo, sono disponibili a donare una parte del proprio fegato per salvarlo.

Durante la visita Pastorale del Santo Padre alla Parrocchia romana "San Paolo della Croce" al Corviale, Bergoglio ha consolato così il piccolo Emanuele. Un bimbo di neanche un anno è in fin di vita e ha urgente bisogno di un trapianto di fegato.

Un bimbo di nemmeno un anno di età è malato e in fin di vita. Negli ultimi anni, grazie ad un protocollo specifico, è stato possibile diminuire la lista di attesa per i piccoli pazienti che necessitano un trapianto di fegato.

Il bambino non riesce a smettere di piangere, ha perso da poco suo padre, il Papa lo abbraccia e parla con lui a Lungo. L'uomo, con una specifica autorizzazione del ministero della Salute concessa all'équipe del Centro di chirurgia epatobiliare e trapianti di fegato dell'Azienda ospedaliera universitaria, diretta dal professor Umberto Cillo, ha salvato la vita al suo bambino, donandogli il 25 per cento del fegato. Tale infiammazione determina un danno ai dotti biliari riducendo il flusso di bile dal fegato all'intestino. A Padova nel 2017 i trapianti di fegato sono aumentati del 17 e mezzo per cento, un record in Italia. Il papà donatore è stato ricoverato per una settimana. Un intervento che all'epoca suscitò un tale scalpore che il ragazzino venne ricevuto dal Papa.