Casa » Sport

Inter, brutti numeri nelle ultime sfide: Icardi deve tornare a fare l'Icardi

16 Aprile, 2018, 18:58 | Autore: Lucilla Lucia
  • Barrow e Miranda in Atalanta Inter- Reuters

Berisha 7: primo intervento alla mezz'ora sul mancino di Perisic che viene prontamente smanacciato in angolo dall'albanese, mentre sul tramonto della prima frazione di gioco Berisha tira un sospiro di sollievo quando sempre il croato tutto solo mette i brividi calciando a lato. "Poi auguratevi qualcosa voi, io ho superato la cosa di gufare: se vincono tutte e due, sono avanti di tre entrambe (ride ndr)".

"Abbiamo fatto un ottimo primo tempo dove i ragazzi sono stati notevoli". Inizialmente l'incontro coi giornalisti era previsto per le 11.30, ma una modifica all'orario dell'allenamento ha fatto slittare anche la conferenza del tecnico nerazzurro.

"Restano 6 partite, non so quanti punti dovremmo fare per arrivare in Champions".

Si è parlato di qualità tecnica del gruppo dopo l'Atalanta.

Inter, Spalletti insiste sulla difesa a tre? Fosse stato all'inverso. Ho riguardato partite del passato giocate dall'Inter a Bergamo e non mi sono sembrate molto diverse dallo nostra. Dentro in campo dobbiamo essere in tanti. Se non segni ti fermi a uno.

Tra l'altro, perché le dirette avversarie dell'Inter si sfideranno proprio stasera nella stracittadina; pertanto, qualsiasi risultato può andar bene ai nerazzurri perché, bene o male, consentirebbe agli uomini di Spalletti di rimanere attaccati al treno Champions League. "È quello l'obiettivo di crescita continuo, di metterci sempre qualcosa in più individualmente e collettivamente". Il discorso salvezza non è chiuso, serviranno prestazioni convincenti per farlo al più presto. - "Uno in cui sappiamo ciò che vogliamo e dove stiamo andando". C'è chi segna di più e chi meno. "Ci è mancata una consistenza fisica, che contro certi giocatori non può mancare perché l'Atalanta è stata assemblata così".

Fase realizzativa. "Ci sta che ci siano altri calciatori che portino un numero superiore di gol fatti e che ci si prenda sempre in carico di metterla a disposizione". Un atteggiamento che trasmette e che si palesa anche nei compagni di squadra, che sembrano non sentire la necessità di dover vincere a tutti i costi: basti vedere il finale del match con l'Atalanta, in pressione sì, ma senza strafare. "C'è questo campionato da giocare e bisogna tirare fuori questi numeri in queste sei partite, bisogna trovare qualcosa per fare da traino e non aspettare che qualcuno ci illumini". - "Secondo me ha il calendario più abbordabile di tutti". Poi è chiaro che non si sa mai.