Fisco, da oggi al via il 730 precompilato con "l'aiutino"

16 Aprile, 2018, 13:44 | Autore: Sofia Staffieri
  • Dichiarazione precompilata: parte dal 16 aprile. Il fisco ci aiuta con la compilazione assistita

Per accedere direttamente online alla propria dichiarazione dei redditi precompilata è necessario munirsi di SPEED, ovvero il sistema pubblico per l'identità digitale corredato dalle credenziali dei servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate, oppure del Pin rilasciato dall'Inps o dalla stessa Agenzia delle Entrate. Sul sito dell'Agenzia delle Entrate viene spiegato che per quanto riguarda i dati di oneri detraibili e deducibili da indicare nel quadro E, qualora il contribuente intenda modificare quelli già presente nella dichiarazione precompilata potrà, in alternativa all'inserimento o alla rettifica diretta, "inserire nuovi documenti di spesa non presenti oppure modificare, integrare o cancellare i dati degli oneri comunicati dai soggetti terzi". Nel dettaglio, l'Agenzia delle Entrate ha predisposto circa 20 milioni di modelli 730 e 10 milioni di modelli Redditi, corredati di tutte le informazioni inserite e non inserite e dalle relative fonti. Accettando la dichiarazione senza modifiche si verrà esonerato dai controlli del Fisco, mentre scatta in automatico l'eventuale rimborso Irpef sul rateo dello stipendio e della pensione di luglio o agosto. Tra le novità di quest'anno: la cedolare secca, i redditi dei contratti di locazione non superiori a 30 giorni, i bonus aziendali, il sisma-bonus, l'eco-bonus per gli interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali, le spese d'istruzione e quelle dagli studenti universitari e l'Art-bonus. Nonostante i tentativi e gli apprezzabili sforzi dell'Agenzia delle Entrate è abbastanza raro che il contribuente invii la dichiarazione dei redditi senza modifiche. Il 730, poi, potrà essere modificato e inviato a partire dal 2 maggio e fino al 23 luglio.

Pure il modello Redditi può essere modificato dal 2 maggio, ma può essere trasmesso dal 10 maggio al 31 ottobre.

Per coloro che attualmente non ne fossero in possesso si ricorda che è possibile richiederle in tempo utile per visualizzare i dati della dichiarazione dei redditi precompilata e scaricare il modello 730/2018 precompilato sul sito dell'Agenzia delle Entrate. Avrebbe, infatti, dovuto risolvere tutti i problemi dei cittadini nel rapporto con il Fisco e, invece, la precompilata stenta a decollare.

L'incremento del numero dei modelli 730 avvenuto in questi ultimi anni dipende anche dal fatto che dal 2013 anche i lavoratori dipendenti che hanno perso il lavoro e che sono privi di sostituto di imposta possono presentarlo.

Il modello 730 precompilato 2018 sarà caricato all'interno del Cassetto Fiscale del contribuente.

I modelli già completi di tutte le voci potranno essere consultati, scaricati e anche modificati e integrati con la modalità di compilazione assistita.

Per poter visualizzare e compilare il modello 730 precompilato 2018 bisognerà seguire pochi e semplici passaggi.