Casa » Sport

Bologna, Donadoni: "Gara interpretata nel modo giusto. Che punizione Verdi"

16 Aprile, 2018, 03:09 | Autore: Lucilla Lucia
  • Bologna-Verona probabili formazioni e statistiche

In questa giornata di vigilia il tecnico mediterà se schierare o meno in partenza una squadra a trazione anteriore, con il tridente composto da Verdi, Destro e Palacio. Fra gli ospiti, si salva Nicolas.

Il secondo tempo si apre col 2-1 del Sassuolo al 60' ancora con Politano: Babacar viaggia centralmente e imbuca indisturbato per Politano, che supera Puggioni con uno scavetto.

Il Bologna cerca il vantaggio ma non sempre è preciso, soprattutto nell'ultimo passaggio, quello necessario a mettere il compagno in grado di battere a rete.

Nella seconda parte della prima frazione, l'Hellas è riuscito ad alleggerire un po' la pressione avversaria, senza però riuscire a non farsi pescare mal schierato dopo aver perso palla: proprio una situazione di questo tipo ha portato Fares a stendere Verdi al limite dell'area, con l'attaccante che poi ha sorpreso sul suo palo con il sinistro Nicolas, non esente da colpe sull'episodio. In generale, è il punto di riferimento imprescindibile dell'attacco rossoblu. Ma le continue occasioni di ripartenza sciupate per palloni gettati al vento, hanno armato ancora gli uomini di Donadoni, che al 42' hanno preso un palo con Palacio e due minuti dopo hanno costretto Nicolas ad un grande intervento su tiro di Pulgar.

Rolando AARONS (Hellas Verona): totalmente velleitario là davanti, quando viene chiamato in causa a centro area (per esempio da Lee) non ha mai i tempi giusti.

Come spesso è capitato in passato il Bologna pensa più a gestire che non a cercare il gol che chiuderebbe la gara e così i veneti prendono campo. Un minuto più tardi, invece, ci prova dai 25 metri Pulgar: un destro potente con palla indirizzata sotto il sette e deviata miracolosamente in calcio d'angolo da Nicolas.

Il gol non arriva e si soffre fino alla fine.

Bologna (4-3-3): Mirante 6,5; Mbaye 6, De Maio 6, Helander 6, Masina 6; Poli 6,5 (Nagy 6,5 31' s.t.), Pulgar 6 (Crisetig 6 13' s.t.), Dzemaili 6; Verdi 7,5, Destro 6, Palacio 6 (Di Francesco s.v. 39' s.t.). All.

Hellas Verona (4-3-3): Nicolas 6,5; Ferrari 6, Caracciolo 5,5, Vukovic 6, Felicioli 6,5; Romulo 6,5 (67′ Lee 6,5), Fossati 6,5 (82′ Matos s.v.), Valoti 5,5; Cerci 6 (60′ Petkovic 5,5), Fares 5, Aarons 5 All.