Avvocati in protesta contro l'Inps, flash mob in via Brenta

16 Aprile, 2018, 18:12 | Autore: Sofia Staffieri
  • Intesa Sanpaolo finanzia l’anticipo pensionistico volontario

Avvocati per mezz'ora di silenzioindossando le toghe e mostrando cartelli di protesta per dire "No" all " operazione Poseidone, l'azione avviata dall'Inpsinsieme all'Agenzia delle Entrate per il recupero dei contributilegati alla gestione separata con l'iscrizione d'ufficio di800mila professionisti. "Siamo subissati di spese e tasse ed è un momento drammatico nel quale si inserisce anche questa operazione". Un uomo di 60 anni si è presentato allo sportello tenendo in mano un accendino e una tanica di benzina, minacciando di darsi fuoco se non gli fosse stata "restituita" la pensione di invalidità, che gli era stata, invece, revocata. I liberi professionisti, gli avvocati in questo caso rispondo per la previdenza a cassa forense ad un regolamento che è autonomo. Chi ha ricevuto gli accertamenti deve combattere, bisognerebbe leggere le carte approfonditamente e cercare di arrivare ad una soluzione comune. C'è voluta tutta la professionalità e la perizia degli agenti per intavolare una trattativa e riportare l'uomo alla lucidità. "Bisogna bilanciare gli interessi, i valori".

"Degli 800mila professionisti coinvolti - conclude la nota - molti fanno parte della fascia giovane e di basso reddito (entro i 5000 euro), alcuni colleghi sono stati già costretti a cessare le loro attività cancellandosi dagli albi, ancora una volta nel silenzio dello Stato". Pretese ritenute ingiuste e senza fondamento giuridico, richiamando l'autonomia della cassa forense.