Casa » Sport

Juve, ancora polemiche. Khedira: "Bisogna essere certi prima di fischiare"

13 Апреля, 2018, 20:26 | Autore: Lucilla Lucia

Dalla mente non possono andar via le immagini di quell'ultimo maledetto minuto di recupero al Bernabeu: dal Paradiso (dei supplementari) all'inferno dell'eliminazione beffa per un rigore dubbio che ha cambiato e stravolto il destino della stagione della Juve: "Anche a mente fredda è dura, abbiamo fatto una prestazione incredibile che nessuno si aspettava, abbiamo mostrato di essere una delle migliori squadre d'Europa". Se è una situazione da 50 e 50 non lo devi dare, ecco perché ci siamo arrabbiati. "Se un giocatore non ha più emozioni allora deve smettere di giocare". Ma questo è il calcio, quindi dobbiamo congratularci con il Real che è una grande squadra.

E Khedira dunque dimostra di essere in totale sintonia con il suo presidente Agnelli, promuovendo l'utilizzo del Var nonostante qualche scetticismo iniziale: "Se devo essere onesto a inizio stagione non ne ero entusiasta, perchè era nuovo e interrompeva il gioco per troppo tempo, ma ora sta migliorando e può aiutare il calcio a essere più giusto". Siamo orgogliosi di quanto fatto, anche se siamo rimasti a mani vuote. Piangerci sopra e cercare scuse non serve, dobbiamo guardare avanti. Così Sami Khedira a due giorni dal ritorno in campo della Juventus dopo la delusione in Champions con il Real Madrid: "Dobbiamo ritrovare la concentrazione - ha spiegato ai microfoni di Sky il centrocampista tedesco -, possiamo fare qualcosa di speciale vincendo il settimo scudetto e la quarta Coppa Italia consecutiva, impresa mai riuscita a nessuno". Ora ci aspetta la Sampdoria, contro cui è arrivata l'ultima sconfitta in campionato, e speriamo sia stata anche l'ultima della stagione. In questo momento queste due partite sono più importanti di quella con il Napoli. "Giocheremo a casa nostra, con i nostri tifosi che ci daranno un grande supporto". Chiudendo con un giudizio sul suo compagno di nazionale, Emre Can, vicino all'approdo in bianconero: "L'ho sentito ma non so che decisione prenderà per il suo futuro. Però sicuramente è un profilo molto interessante ed è giusto per la Juventus del futuro".