Muore in discoteca a 16 anni: chiesti 13 anni per il fidanzato

11 Aprile, 2018, 10:10 | Autore: Sofia Staffieri
  • Adele De Vincenzi

Rigotti, 19 anni, è stato assolto dall'accusa di spaccio e morte come conseguenza di altro reato, la stessa che adesso viene mossa contro Bernardin, che di anni ne ha 21. E' la condanna che il pubblico ministero ha chiesto per Sergio Bernardin, il fidanzato di Adele De Vincenzi, la ragazza di 16 anni di Chiavari deceduta a Genova il 29 luglio scorso dopo aver assunto assieme ai due e a un'amica della Mdma , una droga sintetica. E l'acquisto di gruppo presuppone, di fatto, che ognuno sia responsabile del proprio comportamento. Il tribunale ha rinviato al 26 aprile per la sentenza.

Per quella vicenda l'amico Gabriele Rigotti era stato assolto con rito abbreviato dal gip che però aveva disposto di trasmettere gli atti al pm per indagarlo per omissione di soccorso.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori della Squadra Mobile, i due giovani avrebbero consumato la droga insieme ad Adele e a un'altra minorenne. La ragazza si era sentita male mentre si trovava in via San Vincenzo insieme agli amici e poi era morta subito dopo all'ospedale Galliera di Genova. La droga era stata acquistata da un pusher di 17 anni a Busalla. A chiamare i soccorsi fu un netturbino il quale vide la ragazza per terra e gli amici "confusi" che a suo dire "non fecero nulla".