Casa » Sport

Juventus, Marotta elogia il Napoli :"Loro grande squadra, ma noi non molliamo"

20 Marzo, 2018, 12:44 | Autore: Lucilla Lucia
  • Sarri

Non lo dice esplicitamente, il dirigente bianconero, ma il riferimento è agli atteggiamenti fuori dal campo.

Il tecnico si è quindi soffermato sulla lotta scudetto: "La settimana scorsa dopo il pari con l'Inter non eravamo rassegnati - ha spiegato - Il fatto che ci fosse delusione per il pareggio vuol dire che stiamo abituando tutti a qualcosa di straordinario. Grande ammirazione per Sarri e il Napoli: statisticamente hanno realizzato il maggior numero di punti nella storia della società". "In Italia c'è una bella lotta e il nostro è uno dei pochi campionati europei ancora in dubbio". Sul riconoscimento ricevuto al Teatro Verdi di Montecatini Terme, il tecnico di Figline Valdarno, si è così espresso. "E' un premio ambito e mi fa veramente grande piacere riceverlo per il nome che porta, è veramente tanta roba". Da una parte si spendono energie, dall'altra arrivano motivazioni forte che derivano dalle presenze in queste competizioni. "Allegri ha a disposizione una rosa di qualità e numericamente all'altezza, può ruotare gli uomini come meglio crede". Rotazioni, turnover, ovvero altra differenza fondamentale che boccia Sarri in ottica Juve. La Juventus ha il "demerito" se così si può definire, di non aver chiuso il campionato con il passo falso di certo inatteso contro la Spal, ma sopratutto con un gioco molto deludente, non certo spettacolare. È uno tra i migliori allenatori in circolazione, poi ognuno ha le sue caratteristiche e si deve adattare all'ambiente. Sarri è una tra le più belle sorprese tra gli allenatori italiani e internazionali. "Penso che sia l'aspetto più importante, poi sarà lui a prendere le scelte in merito al suo futuro, se rimarrà a Napoli o meno".