Casa » Sport

Sarri: "Abbiamo delle difficoltà numeriche ma vogliamo fare il salto di qualità"

15 Febbraio, 2018, 12:18 | Autore: Lucilla Lucia
  • Sarri: «Nel Napoli e intorno al Napoli si percepisce la fame di un successo in Italia»

La Lega non ci aiuta, il Lipsia ha giocato prima e poi giocherà lunedì, come stress è al limite della follia ma è la seconda competizione europea ed ha sempre fascino.

Reina o Sepe: "Devo ancora parlare con Pepe per verificare le sue sensazioni".

Quale è stata la causa del cambiamento nel secondo tempo con la Lazio? "Quest'anno facciamo ancora fatica con la mentalità europea, non è solo colpa nostra ma anche la fame di risultati in Italia".

Gli errori da evitare per Sarri, la squadra, l'ambiente: "Bisogna evitare di concentrarci sul lungo periodo, ma semplicemente sulla partita di domani".

Col Lipsia gara dispendiosa, entrambe giocano a viso aperto.

Qui Napoli - Il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri, ha ammesso in conferenza stampa come ci siano delle difficoltà nella ruotazione essendo in pochi giocatori arruolabili: "In questo momento ci sono difficoltà oggettiva con 15 giocatori di movimento a disposizione e dobbiamo fare equilibrismo, provare a essere competitivi senza affaticare in maniera totale alcuni giocatori".

E su Hamsik: "Marek sta meglio, ha avuto un problema alla schiena che sta risolvendo".

Quanto peseranno le coppe su Juve e Napoli? Infine un appello ai tifosi, visto che non saranno molti al San Paolo. Se contiamo che Mertens è squalificato e Machach non può giocare, allora la rosa azzurra per il prossimo incontro è davvero corta. "Spero che il club abbia fatto di tutto, e che tanti all'ultimo cambino idea e ci facciano giocare nel solito calore".

Sarri: "Hanno esterni di grande qualità, Bruma salta l'uomo con facilità impressionante, hanno Werner e Poulsen o Augustyn in attacco. Mi ha sorpreso l'uscita dalla Champions, ha qualità per fare strada". A centrocampo sembra certo limpiego di Rog, Diawara e Zielinski che offrono grandi garanzie mentre la difesa è tutta da decidere. La linea richiede un modo di pensare diverso, lavorandoci dal ritiro sarebbe diverso, ora sarebbe pericoloso.