Ruby ter: Cipriani è all'Isola dei Famosi, il pm: "non sentiamola"

15 Febbraio, 2018, 17:47 | Autore: Adone Liotta

Come ben ricorderete, l'ex Pupa Francesca Cipriani ha partecipato in svariate occasioni alle famose cene di Arcore, nella dimora di Silvio Berlusconi. La showgirl lanciata dal Grande Fratello che da qualche settimana è naufragata in Honduras con il cast de L'Isola dei famosi, nelle ultime ore è stata la protagonista del web essendo un'imputata nel processo Ruby ter. Men che meno si può attivare un'improbabile rogatoria internazionale per ascoltarla come testimone. Come riporta il Fatto Quotidiano, i pm Tiziana Siciliano e Luca Gaglio hanno dato parere negativo alla richiesta di processo abbreviato condizionato: "Si dovrà attendere il 26 Marzo per sapere come andrà a finire una delle prime tappe giudiziarie del caso Ruby ter". La richiesta è stata presentata nell'udienza preliminare davanti al gup Maria Vicidomini in uno dei filoni del caso Ruby ter, che vede imputato anche Silvio Berlusconi, e il giudice si dovrà esprimere il prossimo 26 marzo. Rigato, intanto, resta ancora indagata a Milano per tentata estorsione perche' avrebbe preteso un milione di euro da Berlusconi e lo avrebbe minacciato dicendo che, se non li avesse ottenuti, avrebbe cambiato versione sul caso Ruby sui media. Ma condizionandolo alle testimonianze della Cipriani. In aula tuttavia i pm hanno detto no all'abbreviato condizionato, precisando che non si può chiedere la testimonianza in aula di una teste (anche imputata in procedimento connesso e che si potrebbe avvalere della facoltà di non rispondere) che è in Honduras, dove sta partecipando a un programma tv. E che nel caso venisse accolta dal gup (l'imputata potrebbe chiedere anche l'abbreviato 'semplice' senza condizionarlo a testimonianze) porterebbe in tempi rapidi alla prima sentenza sul caso Ruby ter. Una maledizione che si è abbattuta sui componenti dell'Isola 2018 visto gli abbandoni di Chiara Nasti, Francesco Monte e l'ultimo il sensitivo Craig Warwick che si è rotto una gamba durante un drammatico incidente.

La difesa potrebbe, invece, secondo i pm, depositare un verbale difensivo scritto con la testimonianza a cui è interessata. Al centro della tranche in udienza preliminare ci sono i versamenti più recenti dell'ex premier (anche già a processo a Milano con altri 23 imputati, prossima udienza il 7 maggio), fino all'autunno 2016, a Aris Espinosa, Elisa Toti, Miriam Loddo e alla stessa Rigato in cambio del loro silenzio nei processi.

Una presunta insinuata corruzione in atti giudiziari, la quale sarebbe avvenuta in quel di Milano e per tale motivo il pubblico ministero hanno richiesto e ottenuto mesi fa la restituzione degli atti trasmessi precedentemente a Pescara, Monza e Treviso. Ma oggi la difesa dell'ex Cavaliere ha chiesto al gup che venga dichiarata la nullità di parte delle carte, che dovrebbero così tornare a Monza e Treviso.