Casa » Sport

Roma, senti Monchi: "Stiamo costruendo per vincere. Dzeko? Se fosse partito…"

15 Febbraio, 2018, 17:53 | Autore: Lucilla Lucia
  • Nessun rimpianto: Monchi e la cessione quasi obbligata di Salah

Per quanto attiene al mercato della Roma, invece, ha raccontato un retroscena su Ounas: "si l'abbiamo trattato ma il Napoli l'ha pagato subito e il giocatore ha scelto di andare lì. E alla fine lo farà.", ha detto Monchi a Sky Sport. L'ex dirigente del Siviglia si è fatto "amare" dalle parti del Sanchez Pizjuan abbinando successi, ma anche acquisti e cessioni che hanno fatto storia. Il messaggio che arriva è che la Roma ha svenduto Salah, impoverendosi sia dal punto di vista tecnico che da quello economico.

Nessun rimpianto per l'addio di Salah, che nella cinquina del Liverpool al Porto ha segnato il 30esimo gol stagionale: "Ci abbiamo fatto 50 milioni coi bonus, in quel momento avevamo bisogno di fare questa cessione, dopo il casino di Neymar sono saltati gli schemi del mercato e ora anch'io penso che non è il prezzo migliore per "Momo", ma in quel momento non potevamo fare altro". "La societa' va gestita e bisogna trovare la strada giusta per vincere non una sola volta, ma nel tempo". Si è poi parlato di Champions League: "Rappresenta tanto. Anche per me, non sono mai arrivato al quarto di finale e sarebbe bello farlo".

"E' stata fondamentale per la nostra crescita. Schick? Diventerà fortissimo per la Roma". Per il Dzeko non eravamo convinti e non lo abbiamo ceduto, al contrario è stato per Emerson. E pure Ounas in passato "ma il Napoli ci è arrivato prima". Quello che è successo poi con Mbappe, Neymar e Coutinho ha fatto saltare un po' il mercato, ma in quel momento andava fatta la vendita. Se un club vende un giocatrore è perchè ll'operazione conviene.

Volevate valorizzare Schick vendendo Dzeko?

Si sa, del senno di poi, pare suggerire Monchi davante alle telecamere, son piene le fosse. Giroud era un'opzione". E su Schick: "La fiducia che abbiamo in lui e Defrel è tanta.

DEFREL E SCHICK - Su tutte i due attaccanti, due gol fino a questo momento: "Fino a oggi abbiamo speso 5 milioni per Schick e 6 per Defrel".

"Alla fine un ds gestisce il 75-80 percento di quello che ha e che incassa una società".

-Una battuta su Totti: Totti nei giorni scorsi ha detto che, in questo mercato pazzo, il suo valore sarebbe di circa 200 milioni. "Lui è romanista, sono convinto che rimarrà qui per tanti anni". Ora occorre abbandonare per un attimo i ragionamenti da tifoso, passionali e fatti più col cuore che con la testa, e valutare analiticamente la questione.

"Erano altri tempi. In Spagna c'erano portieri non troppo alti, ma agili e bravi nell'uno contro uno". "E' vicino alla società e alla squadra, la Roma che ha in mente è una Roma che vince e penso che alla fine arriverà a questo obiettivo".