Roma, Calenda rompe con Raggi: "Incompetente e arrogante"

15 Febbraio, 2018, 18:37 | Autore: Alighiero Casassa
  • Tavolo per Roma, Calenda:

Durissima la reazione della sindaca di Roma Virginia Raggi, che in una nota stampa afferma di non aver ricevuto ancora la missiva e di averne appreso il contenuto a mezzo stampa. "L'unica strada per evitare di continuare a sprecare tempo e risorse - ha detto il ministro - è quella di chiudere il tavolo", di fronte a "un combinato disposto di incompetenza e arroganza" della prima cittadina.

"Ormai leggo prima le sue lettere sui giornali poi quelle che arrivano a me. Mi stupisce, forse neanche tanto che a due settimane dal voto si torni a promettere un miliardo per Roma, dopo cinque anni in cui il Governo si è assolutamente dimenticato della Capitale", aveva commentato la Raggi, smentendo la presenza reale dei soldi indicati dal ministro. Sembra essere questo l'esito dell'ennesimo, durissimo, botta e risposta tra la sindaca Virginia Raggi e il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda. "Se questo miliardo fosse vero lo avremmo inserito in bilancio, dove non posso inserire ne' parole ne' promesse".

Il ministro per lo Sviluppo economico prosegue: "Ieri ho spiegato alla Sindaca per iscritto e nel dettaglio a che punto sono i progetti del tavolo Roma e quali sono le tante inadempienze e ritardi del Comune invitandola ad un incontro ristretto con il Presidente Zingaretti".

Raggi - Calenda: l'ultimo capitolo di un lungo scontro istituzionale. Interpellato da Sara Rosati che conduceva lo "spazio giovani", ha voluto chiedere alla sindaca della sua città collegata da Roma, utilizzando una metafora: "Se io sono a Roma e porto la macchina a lavare e la persona che si prende cura di fare questo servizio mi dice: 'Ok ci penso io'". "Speriamo per la città che sia così", si è augurato, lasciando intendere la fine della collaborazione con l'attuale amministrazione. Una decisione, come spiega Repubblica.it, alla quale il ministro è giunto alla luce di "un combinato disposto di incompetenza e arroganza" manifestato dalla Raggi e che, per Calenda, rappresenterebbe qualcosa di "mai sperimentato" prima. "Oltre agli stanziamenti messi a disposizione dal Governo e dalla Regione il Mise ha dedicato un team di 20 persone per seguire i progetti del tavolo di lavoro", ha sottolineato Calenda.

Calenda, in una lettera indirizzata proprio alla sindaca di Roma, parla di quasi 3 miliardi di euro di investimenti per frenare il declino della Capitale e tentare il rilancio.