Casa » Sport

Motocross: Antonio Cairoli a caccia del bis negli Internazionali d'Italia

15 Febbraio, 2018, 07:45 | Autore: Lucilla Lucia
  • Internazionali di Motocross a Noto Febvre sorprende nel finale Cairoli

Il "fattore casa" non ha aiutato Tony Cairoli, che nella seconda tappa degli Internazionali d'Italia non è riuscito a bissare la magistrale doppietta di Riola Sardo. Nonostante questo, però, un pomeriggio da ricordare per il pilota italiano che, davanti al proprio pubblico, ha confermato di essere già in forma in vista del mondiale che partirà il prossimo 4 marzo. A nulla è servito il tentativo, nel finale, di riportarsi in testa alla gara conclusa in seconda posizione. La gara vede davanti Cairoli con Febvre che lo pressa da vicino e Jeremy Van Horebeek (Yamaha Monster Energy) è terzo.

La manche della 450 ha registrato il 4° posto di Ivo Monticelli, che ha preceduto Tanel Leok e Alex Lupino, quest'ultimo 3° nella Supercampione grazie al dietrofront di Van Horebeek, ed ora 5° in campionato. Il pilota belga viene, però, retrocesso di dieci posizioni al termine della gara, per aver sorpassato il suo compagno di squadra Febvre in regime di bandiere gialle. Primo pilota della MX2 Alvin Ostlund (Yamaha), quinto assoluto.

Nella classifica generale Renaux guida con 165 punti, davanti a Cervellin a 160 e Lawrence a 120. Un'affluenza pazzesca fin dalle prime luci dell'alba è stato il contorno ideale al trionfo del campione del mondo, il quale si è dimostrato ancora una volta un gran lottatore, regalando ai suoi conterranei quel successo assoluto, che significa ipotecare la vittoria finale agli Internazionali d'Italia Motocross. La seconda posizione va così a Romain Febvre; terzo gradino del podio per Alessandro Lupino.

Anche nella Supercampione Cairoli rimane in testa alla classifica con 240 punti, secondo Febvre con 180, terzo Tannel Leok a 105. Il francese ha preceduto Michele Cervellin (Honda Martin Racing) che ha fatto una gara regolare tra le insidie della pista di Noto; alle spalle del veneto sotto la bandiera a scacchi ha concluso Samuele Bernardini (TM Factory) che partito molto bene, non è riuscito a mantenere la posizione. Deciso a regalare ai siciliani una giornata trionfale, Cairoli è scattato nel gruppo dei primi nella gara Supercampione, con i migliori venti della Mx1 e i migliori venti della Mx2. In tutte le due prove gli è terminato alle spalle Emilio Scuteri, che insegue nella classifica di campionato il pupillo del team Maddii Racing staccato di 80 punti.