Corriere della Sera Caicedo indagato per presunta combine

15 Febbraio, 2018, 14:27 | Autore: Adone Liotta
  • Partita truccata in Spagna, spunta il nome del laziale Caicedo

Il 21 maggio del 2011 il Levante già salvo ospitava il Saragozza alla ricerca dei tre punti che gli avrebbero regalato la permanenza in Liga, il match fu portato a casa dagli ospiti che conquistarono dunque la salvezza. Secondo Marca, infatti, lo scorso 5 febbraio il caso è stato riaperto per i 38 indagati, tra i quali figurerebbe anche il nome di Felipe Caicedo, attaccante attualmente in forza alla Lazio, ma allora militante nel Levante, per il quale si profila una posizione meno pesante di altri. Finisce 2-1 per il Saragozza, che riesce a salvarsi, mentre a retrocedere è il Deportivo.

La partita finì nel mirino degli inquirenti, col sospetto che il Saragozza avesse pagato il Levante per avere la sicurezza della vittoria. Soldi che poi sarebbero stati ridistribuiti a giocatori e dirigenti. C'è chi passa da 649 mila a 6 mila euro e chi fa vacanze apparentemente a costo zero. Secondo chi conduce l'indagine questa sarebbe la prova che i giocatori avevano dei contanti liquidi sa spendere. Secondo l'accusa, sarebbero 9 i giocatori che avrebbero ricevuto denaro per combinare il match. Caicedo non appare nella lista dei 9 giocatori che hanno incassato, però è nel registro degli indagati perché a conoscenza dei fatti. All'epoca dei fatti era al Levante in prestito dal City.

Il procedimento fu archiviato dal giudice Isabel Rodriguez, nonostante in questi anni sia arrivata la confessione da parte dell'uomo che decise quella partita con una doppietta, l'attuale capitano dell'Atletico Madrid Gabi: nel 2015 il centrocampista ha infatti ammesso di aver ricevuto delle buste piene di denaro direttamente da Agapito Iglesias, presidente del Levante. Dal tribunale avrebbero chiesto due anni di carcere e 6 d'inibizione da qualsiasi attività legata al calcio per gli indagati.