Ai David di Donatello 15 candidature a "Ammore e malavita"

15 Febbraio, 2018, 04:22 | Autore: Luciano Vano
  • David di Donatello, Napoli domina nelle candidature: gli attori ei film in corsa

I premi più importanti del cinema italiano verranno assegnati il 21 marzo con una cerimonia in diretta su Rai 1, condotta da Carlo Conti: "Io ho avuto l'onore di farlo per due edizioni e sono state meravigliose, capendo l'importanza di questo evento per il cinema, che utilizza la televisione per dare una cassa di risonanza, meravigliosa cassa di risonanza e amplificare il successo di questi film". Assente tra le candidature di quest'anno quella de L'ora legale di Ficarra e Picone, il film di maggiore incasso 2017 (10.3 milioni) ma per loro stessa volontà.

E ancora otto candidature per La tenerezza di Gianni Amelio (miglior film e regia), ancora ambientato a Napoli, e The place, film coraggioso quanto misterioso di Paolo Genovese. Fanno sapere i due autori siciliani in una nota che non hanno iscritto il film perché non credono al sistema di "votazione che spesso ha prodotto situazioni a nostro avviso paradossali". Sul fronte delle attrici protagoniste, oltre la Trinca la gara sarà tra Paola Cortellesi (Come un gatto in tangenziale); Valeria Golino (Il colore nascosto delle cose); Giovanna Mezzogiorno (Napoli velata) e Isabella Ragonese (Sole cuore e amore).

Molte le nomination anche per il film "Napoli velata", 11 in tutto, compresa quella al regista Ferzan Ozpetek. Quest'ultimo è candidato anche come non protagonista per "Fortunata".

Ad annunciare oggi le cinquine dei candidati al premio per ciascuna categoria, Piera Detassis, presidente e direttore Artistico Fondazione David di Donatello, e Giuliano Montaldo, presidente onorario Fondazione David di Donatello, mentre a sottolineare il rinnovato impegno Rai, il direttore di Rai1 Angelo Teodoli, Cecilia Valmarana, responsabile Rai Movie insieme con lo stesso Carlo Conti.

David di Donatello 2018. La pellicola di Grande, selezionata tra 265 titoli partecipanti, rappresenterà l'Italia nella corsa come miglior cortometraggio agli Oscar del prossimo anno.