Lo straordinario supporto delle imprese di stranieri all'economia italiana

14 Febbraio, 2018, 19:15 | Autore: Sofia Staffieri
  • SheTech Italy

Nel 2017 in Italia le imprese costituite da cittadini stranieri sono aumentate di quasi cinque volte di più rispetto alla media.

I dati diffusi questa mattina da Unioncamere ci dicono che Roma si conferma la prima provincia per numero di imprese straniere: 65.729 al 31 dicembre 2017, pari al 13,4% del totale delle imprese provinciali.

Senza la crescita delle imprese straniere, nel 2017 in alcune Regioni italiane il saldo sarebbe stato negativo. In altre regioni invece (come Piemonte ed Emilia Romagna), l'apporto dell'imprenditoria straniera ha invece contribuito in maniera significativa ad attenuare la forte contrazione di quella autoctona, pur non riuscendo a ribaltare il segno negativo del saldo complessivo. E' quanto emerge dall'analisi condotta da Unioncamere Emilia-Romagna secondo cui le aziende guidate da persone nate all'estero rappresentano l'11,6% del totale.

La Toscana è la terza regione in Italia con 55mila imprese individuali straniere, dopo Lombardia (114mila unità) e Lazio (77mila). I saldi positivi maggiori (la differenza tra iscrizioni e cessazioni) si sono registrate a Roma, Milano e Napoli.

Il settore in cui le imprese di stranieri sono maggiormente presenti in valore assoluto è quello del commercio al dettaglio (circa 162 mila imprese, il 19% di tutte le aziende del settore), seguito dai lavori di costruzione specializzati (109 mila, il 21% del totale) e dai servizi di ristorazione (poco più di 43 mila unità, pari all'11% dell'intero comparto).

Rispetto al 31/12/16, crescono le imprese straniere di tutti i principali settori, eccetto quelle del Manifatturiero (-3,2%): aumentano quindi le imprese del Commercio (+2,1%), delle Costruzioni (+0,2%), degli Alberghi e ristoranti (+5,7%), del settore Noleggio, ag. viaggio e servizi alle imprese (+8,1%) e delle Altre attività di servizi (+7,2%). Solo al quartultimo posto le telecomunicazioni, che assommano 3.627 attività a guida straniera.

I Paesi d'origine Tra i paesi di provenienza degli imprenditori stranieri (con riferimento alle sole imprese individuali, le uniche per cui è possibile associare la nazionalità al titolare), quello più rappresentato è il Marocco, con 68.259 imprese individuali esistenti alla fine dello scorso anno.

Imprese straniere boom: Bangladesh e Romania alla conquista di Roma. A Roma si trova anche la comunità imprenditoriale rumena più estesa (il 15% del totale delle imprese guidate da cittiadini di quel paese).