Omicidio Jessica, in un biglietto del tranviere l'interesse sessuale per la ragazza

12 Febbraio, 2018, 17:22 | Autore: Alighiero Casassa
  • Omicidio di Jessica Valentina Foaro spunta il biglietto del killer

Per la Procura, infatti, la povera vittima sarebbe stata massacrata con una quarantina di coltellate per avere respinto un approccio sessuale da parte del tranviere 39enne che già una settimana prima di ucciderla l'aveva molestata durante il sonno, come si evince dalla chiamata fatta dalla ragazza ai carabinieri.

Nel foglietto indirizzato alla 19enne uccisa nella casa di Garlaschi in via Brioschi, dove era ospite, e ritrovato sul comodino della camera da letto del tranviere, c'era scritto: "Ciao bimba sai che tvb". Lo si legge ancora nel provvedimento di convalida del fermo del tranviere che ha confessato l'omicidio. Nel provvedimento si osserva inoltre che il tranviere ha provato anche a sbarazzarsi di "oggetti erotici" contenuti in due plichi a lui indirizzati. "Deve valutarsi altamente probabile - scrive il gip - la possibilità che il suo piano iniziale prevedesse di disfarsi del corpo della vittima per poi darsi alla fuga sicché, ove lasciato in libertà, è probabile che possa allontanarsi dal territorio nazionale, per sottrarsi alle gravi responsabilità connesse al gesto di cui si è reso responsabile". Quando chiese l'intervento dei militari, scrive il giudice, la giovane "aveva riferito ai carabinieri di volere lasciare la casa sia perché quella sera mentre riposava il Garlaschi le aveva accarezzato il braccio spaventandola, sia perché lui le aveva raccontato di avere avuto in passato rapporti occasionali con altre donne, sia per il rapporto ambiguo che l'uomo aveva con la sorella, a riscontro del fatto che Garlaschi aveva presentato a Jessica quella che in realtà era la propria moglie".